Una generosa Fortitudo Messina cede in casa al cospetto di Alcamo

Fortitudo MessinaFortitudo Messina

Priva di Bianchi, indisponibile per un problema muscolare, e con Bellomo a mezzo servizio per problemi analoghi, la Fortitudo Messina inizia con un’onorevole sconfitta il suo primo campionato di serie C Silver al cospetto di una Libertas Alcamo che secondo le previsioni degli addetti ai lavori punta dritto ad entrare nella griglia dei play-off.

La cronaca
Parte forte Alcamo soprattutto con Dragna , Tagliareni e Giusti in evidenza. Messina fatica a crescere e gli ospiti si portano subito sul 6-16. Nel finale di quarto, reazione dei padroni di casa che con Bellomo e Incitti operano un mini-break limitando i danni alla fine del primo quarto (15-21). Nel secondo parziale, la Fortitudo si libera dalla pressione iniziale e spinta da una tripla di Lanza inizia a recuperare punto su punto. Comincia ad incidere anche Deconescu ed alla fine del quarto Messina mette la testa avanti (28-27) grazie ad un parziale di 13-6.

Fortitudo

Fortitudo Messina (foto Menolascina)

Dopo l’intervallo lungo, proprio quando sembrava che la Fortitudo potesse dare una precisa impronta al match, arrivano a brevissima distanza il terzo ed il quarto fallo di Deconescu. Messina perderà cosi chili e centimetri per buona parte del match, consentendo ad Alcamo di allungare ed acquisire un vantaggio che i ragazzi di Baldaro e Cavalieri non riescono a ricucire grazie anche agli innumerevoli errori dalla lunetta. Terzo parziale che si chiude dunque con Alcamo avanti di 12 punti (36-48). Il quarto parziale ha poca storia. Alcamo riesce a gestire il vantaggio malgrado i generosissimi tentativi di Messina di ricucire lo strappo. Il parziale a favore dei messinesi nell’ultima frazione (15-12) non risulterà sufficiente a recuperare lo svantaggio. Sconfitta dura da digerire per il gruppo di Baldaro e Cavalieri, ma i volti arrabbiati a fine partita fanno paradossalmente ben sperare per il futuro. Contratti per buona parte del match i ragazzi del roster neroverde hanno molto probabilmente sentito in maniera eccessiva la pressione dell’esordio in campionato davanti al pubblico amico.

Di fronte ad una formazione sicuramente più esperta, la Fortitudo ha sciorinato una prestazione con molti alti e bassi. Ma proprio il distacco di soli 9 punti alla fine del match ed al cospetto di una formazione indicata tra le prime 5 forze del campionato, deve far necessariamente dormire sonni tranquilli allo staff tecnico ed alla dirigenza messinese. Ampi sono infatti i margini di miglioramento di un gruppo quasi completamento rivoluzionato rispetto allo scorso torneo è costituito in buon parte da giovanissimi. Le percentuali a cronometro fermo (33%) e da oltre l’arco (8%), devono necessariamente far vedere il bicchiere mezzo pieno e ricominciare la settimana di allenamenti facendo leva sulle note positive come ad esempio l’ottima difesa che in qualche occasione ha impedito ad Alcamo di andare a concludere, i 24 rimbalzi conquistati (su tutti Deconescu e Cordaro) e gli 8 palloni recuperati. Piccola nota a margine ci piace mettere in evidenza l’esordio in serie C di Conteh Modou, il ragazzo gambiano di 18 anni che sta dimostrando giorno per giorno una costante crescita tecnica ed un ammirevole attaccamento alla maglia. Archiviata dunque la prima giornata con Alcamo che meritatamente mette fieno in cascina, la Fortitudo Messina si appresta ad iniziare la settimana che la porterà domenica 13 a far visita alla Basket School Messina per il primo derby della stagione.

Serie D

Palla a due Fortitudo

Fortitudo-Alcamo 51-60
Parziali: 15-21; 28-27; 36-48
Fortitudo Messina: Lanza 4, Di Nezza 7, Deconescu 13, Squillaci 2, Cordaro 3, Incitti 13, Bellomo 9, De Simone, Conteh Modou, Russo, Barlassina, Lazzari. Coach D. Baldaro
Libertas Alcamo: Farina, Giusti 12, Audino, Tagliareni 11, Bruno 8, Cusumano, Andrè 5, Butera 6, Accardo, Romano, Fathallah 5, Dragna 13. Coach R. Torriero

Commenta su Facebook

commenti