Un Messina sottotono scivola a Martina Franca. Primo ko per Grassadonia

L'amarezza dei peloritani all'uscita del campo. Il 2013 si chiude con un inatteso ko (foto Renato Ingenito)

L’amarezza dei peloritani all’uscita del campo. Il 2013 si chiude con un inatteso ko (foto Renato Ingenito)

Natale amaro per il Messina che cede 2-1 a Martina Franca e chiude nel peggiore dei modi il girone d’andata. Dopo un primo tempo avaro di emozioni non basta ai giallorossi il gol di rapina di Corona. Gai e Rocchi firmano la clamorosa rimonta dei pugliesi. Propositi di risalita rimasti nel cassetto: la classifica piange. E’ il primo ko della gestione Grassadonia.

La cronaca – Al “Tursi” Grassadonia propone per 10/11 la formazione schierata contro Sorrento e Teramo, nelle prime due gare della sua gestione. Unica variazione l’inserimento in difesa di Cucinotta in luogo dello squalificato Silvestri. A completare il pacchetto arretrato Ignoffo e De Bode. A centrocampo in mezzo Ferreira, Bucolo e Maiorano, con Guerriera e Quintoni sulle corsie esterne. In avanti Guadalupi a supporto di Chiaria. Sull’altro fronte il tecnico pugliese Bocchini deve rinunciare a Salustri, fermato per un turno dal Giudice sportivo. Si gioca con un’ora di ritardo rispetto al previsto, per la richiesta avanzata dai pugliesi. Il match fatica decisamente a decollare. Al 13′, sul corner battuto da Quintoni, Cucinotta colpisce di testa senza però inquadrare lo specchio della porta. In una sfida sostanzialmente corretta il Messina rimedia due ammonizioni nel giro di pochi minuti: giallo per Ignoffo e Ferreira. Con il passare dei minuti i padroni di casa aumentano la pressione, senza però creare grossi grattacapi a Lagomarsini. Al 34′ tiro strozzato di Petrilli che si perde a lato, mentre al 39′ risulta debole e facile preda del portiere giallorosso una punizione calciata da Gai. Si va al riposo sullo 0-0, tra gli sbadigli, dopo che anche Guadalupi era finito sul taccuino del direttore di gara.

L'esultanza del Messina dopo l'illusoria marcatura di Corona (foto Renato Ingenito)

L’esultanza del Messina dopo l’illusoria marcatura di Corona (foto Renato Ingenito)

Al 4′ della ripresa ancora Gai ci prova su punizione, Lagomarsini blocca in due tempi. La sua migliore chance il Messina la costruisce sull’asse Chiaria-Guadalupi, ma il tiro del brindisino viene respinto dal portiere. Al 12′ Grassadonia opta un doppio cambio, rivoluziando l’attacco: dentro Lasagna e Corona, fuori Guadalupi e Chiaria. Il tecnico giallorosso raccoglie subito i frutti al 19′. Sull’avventato retropassaggio di Dispoto, che aveva allungato all’indietro di testa, Corona è lestissimo a battere a rete da sinistra, superando Modesti. Quinto gol del torneo per Re Giorgio, ancora decisivo subentrando a gara in corso. Il vantaggio del Messina dura però pochissimo. Il Martina rimedia immediatamente grazie all’azione sulla sinistra di Zampano, sul cui traversone Gai colpisce dal limite per l’1-1 dei pugliesi. La sfida si infiamma e al 22′ Aperi, in sforbiciata, non riesce di un soffio ad inquadrare la porta. Nel proseguo del match il presidente giallorosso Isidoro Torrisi viene allontanato per proteste dalla panchina. Gli ospiti subiscono il contraccolpo psicologico e il Martina si rende ancora pericoloso con Ilari e Belleri. I pugliesi ci credono e Rocchi, su assist di Zammuto, firma di testa il sorpasso a 3′ dal termine, approfittando di un’uscita imperfetta di Lagomarsini. Messina gelato. La squadra di Grassadonia chiude anche in dieci per il rosso a De Bode, cacciato per un doppio giallo. Finisce 2-1 e matura così il primo ko della gestione del tecnico salernitano. Ride il Martina che dopo due mesi torna al successo e aggancia proprio il Messina, adesso a -6 dall’ottavo posto.

"Re Giorgio" in azione (foto Renato Ingenito)

“Re Giorgio” in azione (foto Renato Ingenito)

Martina-Messina 2-1
Martina: Modesti, Dispoto (31′ st Ilari), Nonni, Gai, Zammuto, Salvatori, Aperi (22′ st Rocchi), De Lucia (15′ st Provenzano), Belleri, Petrilli, Zampano. A disposizione: Quarto, Nucera, Bilello, Belli. Allenatore: Bocchini
Messina: Lagomarsini, Guerriera, Cucinotta, Bucolo, De Bode, Ignoffo, Ferreira (40′ st Gherardi), Maiorano, Chiaria (12′ st Corona), Guadalupi (12′ st Lasagna), Quintoni. A disposizione: Iuliano, Caldore, Simonetti, Bolzan. Allenatore: Grassadonia
Arbitro: Boggi di Salerno
Marcatori: 19′ st Corona (ME), 20′ st Gai (MA), 42′ st Rocchi (MA).
Espulso al 48′ st De Bode (ME) per doppia ammonizione. Ammoniti: Ignoffo (ME), Ferreira (ME), Guadalupi (ME),  Salvatori (MA), Guerriera (ME), Zampano (MA), Rocchi (MA).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com