Un Foggia rinvigorito sulla strada del Messina

Pasquale Padalino, allenatore del Foggia
Pasquale Padalino, allenatore del Foggia

Pasquale Padalino, allenatore del Foggia

Nonostante l’identico bottino raccolto dopo sei giornate Messina e Foggia giungono con opposti stati d’animo al match di domenica al “San Filippo”. Se la formazione di Catalano proviene da due sconfitte esterne consecutive, inframezzate dal pari beffa casalingo con l’Aprilia, i pugliesi hanno appena festeggiato il primo brindisi del torneo, grazie al rotondo 3-0 inflitto tra le mura amiche al Martina, agguantando in classifica, tra le altre, proprio il Messina.

Un’affermazione che ha consentito ai satanelli di poter preparare con maggiore serenità la sfida in riva allo Stretto. Un concreto passo avanti sotto il profilo del gioco c’era già stato con i due pareggi consecutivi, rivali Melfi e Tuttocuoio, dopo il solo punto collezionato nei primi tre turni (1-1 con l’Aprilia e ko contro Teramo e Vigor Lamezia). Ruolino complessivo di una vittoria, tre pareggi e due sconfitte che ricalca quanto prodotto, fin qui, da Corona e compagni. Nel test infrasettimanale con avversaria la Berretti è stato di 9-1 il risultato finale, con doppiette per Leonetti e Cavallaro e reti di Giglio, Zizzari, Agostinone, Grea e Hermann Baka. Recuperato il centrocampista D’Allocco, pronto a dare una mano ai compagni dopo aver superato il problema alla spalla che lo aveva tenuto fuori per qualche settimana.

L'attaccante Giovanni Cavallaro

L’attaccante Giovanni Cavallaro

Il club rossonero (Foggia Calcio Srl la nuova denominazione assunta a nove anni di distanza dal fallimento del 2004,riacquistando il nome della società delll’ultima promozione, nel 2003, dalla C2 alla C1) è al ritorno tra i professionisti, in virtù del ripescaggio in Lega Pro ottenuto in estate. In panchina siede Pasquale Padalino, ex difensore del Foggia di Zeman che stupì in Serie A nei primi anni ’90, al suo secondo torneo alla guida della squadra, dopo la qualificazione ai playoff centrata in Serie D. I sei gol fin qui messi a segno portano tutti la firma del duo d’attacco Cavallaro-Giglio, rispettivamente a segno in quattro e due occasioni. A garantire la giusta dose d’imprevedibilità è il talento scuola Juve Venitucci, che ha vestito in passato le maglie di Mantova, Treviso e Avellino. A completare il reparto offensivo l’ex Reggina Zizzari, altro elemento con una vasta esperienza nei campionati professionistici. Tra i pali agisce Narciso, mentre tra i difensori figura anche il nome di Liberato Filosa, obiettivo di mercato del Messina nella scorsa estate. In mezzo al campo cerniera composta da Agnelli e Quinto. Quest’ultimo disputò in riva allo Stretto il torneo di Serie D 2008-09, con 32 presenze e 4 gol all’attivo, quello successivo al fallimento del Fc Messina che determinò la ripartenza dall’Inferno dei Dilettanti, mettendo insieme ulteriori sette gettoni nel primo scorcio della seguente stagione. Ha già detto di puntare al gol dell’ex, per il Messina un pericolo in più.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com