Ulissi fa doppietta, Jungels in rosa. Nibali non trova collaborazione in discesa

UlissiUlissi firma il bis

Diego Ulissi fa doppietta: dopo la tappa di Praia a Mare, il livornese del team Lampre-Merida ha vinto anche sul traguardo di Asolo, al termine dell’undicesima tappa del Giro d’Italia partita da Odena e lunga 227 km. Battuto allo sprint a tre lo spagnolo Amador (team Movistar) e la maglia rosa Bob Jungels (team Etixx-Quick Step), che negli ultimi chilometri si erano avvantaggiati sul gruppo.

Jungels

Il lussemburghese Jungels celebra la maglia rosa

Per Ulissi è il sesto successo di tappa nelle corse rosa finora disputate. In classifica generale una leggera variazione, nel senso che il lussemburghese ha guadagnato qualche secondo – per l’abbuono come terzo classificato – sui migliori, e lo stesso può dirsi per Amador, arrivato secondo e che a sua volta ha rosicchiato due secondi alla maglia rosa ed ora è distanziato di 24″, mentre Valverde e Nibali sono a poco più di un minuto dal lussemburghese.

Lo “squalo dello Stretto”, ai microfoni di Rai Sport, ha spiegato che a suo avviso la Movistar non è arrivata al Giro per correre compatta per Valverde, ma ha puntato su due capitani: “Ho provato ad allungare in discesa e siamo andati via in tre, ma non c’è stata collaborazione e ci hanno ripresi e li è iniziata un’altra corsa, dove non ho potuto sfruttare gran parte della mia squadra perché almeno in quattro sono caduti. Non era semplice perché c’era grandissimo stress nel finale”.

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali non ha ottenuto in discesa l’auspicata collaborazione da Valverde

A proposito del tentativo di allungare in discesa insieme a Chavez e Valverde, il corridore messinese ha commentato: “Chavez è sempre stato attivo e attento, invece a Valverde ho chiesto di collaborare, ma mi ha detto di no perché aveva dietro Amador. Io credo che la Movistar voglia fare classifica in due perché altrimenti Valverde avrebbe collaborato con me in discesa. Poteva essere una buona giornata per rosicchiare qualcosa, ma alla fine non c’è stata collaborazione”.

L’ordine d’arrivo dell’11^ tappa — 1. Diego ULISSI (Lampre-Merida) 227 km in 4h56’32”, media 45,930 km/h; 2. Amador (C.Rica); 3. Jungels (Lus); 4. Nizzolo a 13”; 5. Colbrelli; 6. Trentin; 7. Modolo; 8. Battaglin; 9. Wellens (Bel); 10. Valverde (Spa); 12. Zakarin (Rus); 13. Uran (Col); 14. Majka (Pol); 15. Kruijswijk (Ola); 19. Chaves (Col); 21. Nibali; 22. Hesjedal (Can); 32. Pozzovivo a 1’30”; 31. Brambilla.

La Classifica Generale — 1 Bob JUNGELS (Lus); 2. Amador (C.Rica) a 24”: 3. Valverde (Spa) a 1’07”; 4. Kruijswijk (Ola); 5. Nibali a 1’09”; 6. Majka (Pol) a 2’01”; 7. Zakarin (Rus) a 2’25”; 8. Chaves (Col) a 2’43”; 9. Brambilla a 2’45”; 10. Ulissi a 2’47”; 11. Uran (Col) a 3’12”; 14. Pozzovivo a 4’01”.

Commenta su Facebook

commenti