Tour de force per l’Agatirno. Riflettori puntati sul big match di Spadafora

La quinta giornata del campionato di serie C Regionale propone l’attesa febbrile per la sfida tra le prime della classe, la Piero Lepro Group Spadafora di coach Luigi Maganza e lo Sporting Clb Adrano del tecnico Castiglione. Il palazzetto di via Lavatoi promette di colorarsi a festa per un match di cartello che, nonostante arrivi solo alla quinta tappa della nuova stagione, emetterà il primo verdetto sui rapporti di forza di due team che hanno monopolizzato questo avvio di torneo. Numeri significativi per le due compagini, ancora imbattute e col miglior attacco, condiviso a quota 359 punti realizzati ex aequo, a testimonianza di una netta superiorità tecnica sul resto delle partecipanti. La formazione del patron Lepro arriva gasata all’appuntamento con una delle sfide più importanti della sua storia, non potrebbe essere altrimenti per una squadra che lo scorso anno dominava in serie D ed adesso vuole ottenere una delle posizioni promozione. Il successo di Catania col Cus ha mostrato una squadra in salute che ha bisogno del calore del pubblico amico per condividere momenti importanti da aggiungere al folto album dei ricordi. Occhio però alla quadratura tecnica dello Sporting Adrano, formazione con un passato di tutto rispetto e diverse stagioni in campionati nazionali. Gli etnei nel recupero hanno superato agevolmente l’Agatirno e confermato i numeri di spessore di un attacco mitraglia curato dagli specialisti Sortino, Leanza e Russo. Sfida quindi assolutamente da non perdere con una squadra che necessariamente dovrà abbandonare la vetta all’avversaria.

La locandina del big match tra Sadafora ed Adrano

La locandina del big match tra Sadafora ed Adrano

Anticipo al venerdì per l’Agatirno che a distanza di 48 ore dal recupero con Adrano riceve il Giarre in un match nel quale provare a difendere il proprio fattore campo. Al PalaFantozzi i paladini infatti costruiscono gran parte delle proprie fortune e vogliono recuperare rispetto all’ultima sfida il duo StratiKaravdic, giocatori troppo determinanti per le fortune del gruppo di coach Silva. Con loro prosegue la crescita di Galipò, Sindoni e Gambardella. Giarre ha perso al fotofinish con la Vigor Santa Croce e vorrà rifarsi in terra paladina ma la classifica biancoazzurra ha bisogno di punti da aggiungere per risalire posizioni.
Si recherà a Santa Croce Camerina l’Amatori Messina che non ha raccolto sorrisi nel doppio turno interno riservatole dal calendario. Campo logisticamente difficile quello ibleo che negli ultimi anni ha riservato ben poche gioie ai nero arancio, apparsi in leggera difficoltà in casa. Con l’organico al completo Messina proverà a centrare il colpo e rendere ancora più incerto questo avvio di campionato che al momento vive sul binomio Spadafora-Adrano. Ancora per poco, perchè nel fine settimana una delle due squadre si isolerà in vetta.

Commenta su Facebook

commenti