Due Torri, Alessandro: “Vittoria fondamentale. Venuto il nostro condottiero”

L'esultanza dei giocatori del Due Torri dopo il gol al Roccella (foto Carmelo Lenzo)
C’è soddisfazione in casa Due Torri dopo il blitz in casa del Roccella. Il direttore generale Ciccio Alessandro ha elogiato la sua squadra ai microfoni dei cronisti: “Abbiamo giocato bene e concesso poco al Roccella. Potevamo segnare nel primo tempo ma siamo una squadra di giovani e gli errori ci possono stare. Certo, abbiamo sofferto nei minuti finali, ma per fortuna abbiamo conquistato i tre punti che sono fondamentali per raggiungere la salvezza, che è il nostro obiettivo”. Il dirigente ha lodato a gran voce il tecnico Antonio Venuto: “È un bravo e competente condottiero, una persona esperta, capace di far diventare grande una piccola macchina. L’età media del gruppo è molto bassa e siamo fieri dei ragazzi e di far parte di questa società. L’obiettivo è quello di conquistare una tranquilla permanenza, un traguardo importante per un club che in 40 anni non ha mai subito una retrocessione, in nessuna delle categorie affrontate. Questo ci rende orgogliosi, dobbiamo alimentare questa storia e cercare di andare avanti nel migliore dei modi. Vogliamo fare sempre bella figura in campo e toglierci qualche soddisfazione. Il Roccella ? È una buona squadra, ma ogni partita fa storia a sé. Adesso restiamo con i piedi per terra e pensiamo già alla prossima partita in casa con l’Orlandina”.

La panchina del Due Torri

La panchina del Due Torri

 

Con l’allenatore Antonio Venuto squalificato, in panchina si è seduto Dino Granata ed è toccato a lui commentare l’importante vittoria esterna dei siciliani. “Secondo me non abbiamo rubato nulla. Abbiamo giocato una buona gara condotta con grande spirito di sacrificio e con tutti i reparti che si sono aiutati a vicenda. Si è giocato di squadra. Abbiamo temuto il peggio nei minuti finali quando il Roccella con orgoglio si è buttato in avanti e ci ha messo in difficoltà e ci stava per raggiungere proprio sui titoli di coda ma penso che la nostra vittoria sia indiscutibile”.
Il direttore sportivo del Roccella Elso Pelle non nasconde invece lo sconforto: “Sapevamo di incontrare una squadra giovane e rapida ma non siamo riusciti ad arginare le qualità della squadra siciliana. Mi dispiace perché per reagire abbiamo dovuto subire la rete ma a quel punto tutto è stato più difficile anche perché siamo rimasti in dieci. Certo mi è piaciuta la reazione finale ma avremmo dovuto giocare in quel modo anche prima e se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo non possiamo concedere spazi ad avversari alla nostra portata. È comunque una battuta d’arresto che ci può stare ma dobbiamo stare tranquilli e riflettere sugli errori. Sono sicuro che ci possiamo salvare”. I calabresi dovranno però invertire marcia tra le mura amiche, dove sono maturate già quattro sconfitte in sei uscite nonostante il calore del nutrito pubblico”.
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti