Torrenovese, Munafò: «Felice di essere qui, il PalaTorre sarà decisivo»

TorrenoveseAntonio Munafò (Torrenovese)

Proveniente dal vivaio dell’Orlandina Basket, è uno dei più giovani giocatori all’interno del roster della Confezioni Corpina Torrenova. Parliamo di Antonio Munafò, play-guardia classe 1999, lo scorso anno in doppio tesseramento tra Betaland Capo d’Orlando (Serie A PosteMobile) e Nuova Agatirno (Serie C Silver).

Dopo 15 giorni di allenamento Munafò è ancora più convinto della scelta fatta quest’estate. Una firma importante anche per il suo futuro: «Sono molto contento di aver firmato con la Cestistica Torrenovese perché penso di poter dare una mano a questa città e a questa società per crescere, ma soprattutto sono qui perché posso imparare molto. Ho firmato con questa società perché hanno un progetto serio e ambizioso. Mi hanno trasmesso tanta voglia ed entusiasmo. Qui a Torrenova sono molto organizzati, sto notando che anche gli stessi dirigenti ci mettono tanta voglia insieme agli allenatori. Le ambizioni per le squadre, in tutti i campionati, dalla D alla A, è quello di fare bene, le ambizioni sono le stesse, ma si punta sempre a far meglio rispetto all’anno passato».

Serie D

Antonio Munafò (Torrenova)

Munafò fa parte di un roster che ha aggiunto giocatori di alto livello per ben figurare nel prossimo campionato di Serie D: «Abbiamo tutte le carte per fare un buon campionato e vincerlo. Fin dal primo allenamento lo staff e la dirigenza hanno messo le cose in chiaro. Penso che la società abbia formato un gran bel roster: oltre i due nuovi acquisti Cobianchi e Stiklakis, sono arrivati giocatori di grande esperienza quali Stuppia e Busco, più le conferme di Scarlata, Albana, Micale e Arto, gente con molto talento che ha all’attivo campionati di categoria superiore. Abbiamo voglia di fare bene per noi e per tutta la comunità di Torrenova».

La Cestistica giocherà in un impianto caldissimo come il PalaTorre, vero e proprio fortino per le Aquile. Il play-guardia classe 1999 ricorda un episodio di due stagioni fa, quando Munafò giocava con la casacca della Nuova Agatirno: «I tifosi saranno fondamentali. Ho giocato in questo palazzetto l’anno scorso in amichevole e due anni fa in campionato, ma ciò che mi è rimasto impresso è il calore dei tifosi. Due anni fa rimasi in tribuna a causa una lussazione alla spalla. Ricordo che la partita era molto tirata ed a 3 secondi dalla fine Torrenova disegnò una rimessa per liberare Albana che realizzò la tripla della vittoria: il palazzetto esplose, mi vennero i brividi. Speriamo possa esultare tanto e con così vigore anche quest’anno».

Commenta su Facebook

commenti