Terme Vigliatore, Crifò non si accontenta: “Guardiamo ai playoff”

Francesco Crifò in aggancio volante

Il Terme Vigliatore vuole iniziare il 2019 così come ha finito il 2018: vincendo. La pausa natalizia è servita ai ragazzi di Cambria per ricaricare un po’ le pile, soprattutto dopo che nelle ultime apparizioni dell’anno appena trascorso la compagine tirrenica era sembrata un po’ in debito di ossigeno. Il girone d’andata però può dirsi concluso con un bilancio assolutamente positivo, il Terme ha sempre offerto prestazioni di buon livello, sembrando una squadra sbarazzina al punto giusto e giocandosela alla pari anche con formazioni più quotate. La classifica parla chiaro, i 24 punti conquistati sin qui rappresentano un bottino interessante, tanto da poter guardare con una certa attenzione a quella zona playoff spesso occupata nell’arco di questa prima parte di stagione.

Crifò in azione

Non bisogna mai dimenticare che si sta parlando pur sempre di una compagine catapultata in Eccellenza, ma sin qui sta pagando la programmazione di una società che ha investito su giocatori che conoscono a mena dito la categoria, “sacrificando”, magari, la profondità della rosa.  Tra questi spicca Francesco Crifò, pronto a tornare in campo dopo il meritato riposo per via della pausa natalizia. La prima sfida del 2019 però è di quelle cerchiate in rosso, visto che il primo avversario dell’anno sarà il Marina di Ragusa, che vittoria dopo vittoria ha scalato la classifica, tanto da piazzarsi in vetta insieme a Camaro e Biancavilla: “Avevamo bisogno di staccare un po’ la spina, di riposarci fisicamente e mentalmente – ha commentato Crifò —. Sarà una partita complicata, loro vengono da una serie di vittorie importanti, ma forse è meglio affrontarli adesso dopo la sosta”.

Il Terme sogna di ripetere l’ottimo inizio di girone d’andata: “Abbiamo iniziato il campionato facendo 7 punti nelle prime 3 giornate, sarebbe un ottimo risultato. Sarà molto difficile perché a settembre le squadre sono tutte in rodaggio, dopo un girone gli equilibri sono molto più stabili e affronteremo tutte le squadre di vertice. Il Marina di Ragusa è la squadra più in forma in questo momento, a dicembre si sono anche rafforzati, ma da parte nostra è giusto provarci. Sarebbe stupido vanificare il buon campionato fatto sin qui accontentandoci solo della salvezza. Il Marina di Ragusa sta facendo una stagione straordinaria ma non mi stupisce, forse non mi aspettavo di vederli lassù ma hanno giocatori importanti come i fratelli Arena. All’andata credo che abbiamo vinto meritatamente, il gol è arrivato alla fine ma credo che abbiamo prevalso sotto il profilo del gioco”.

Crifò del Terme Vigliatore

Crifò a questo punto non si accontenta, soprattutto alla luce della classifica attuale: “Con il Rosolini non abbiamo giocato la nostra miglior partita ma siamo riusciti a portare il risultato a casa e finire bene l’anno. La sosta ci ha permesso di rifiatare anche perché non avendo a disposizione una rosa numerosa spesso giocano sempre gli stessi, credo che però chiunque firmasse per avere 24 punti nel girone d’andata. La cosa più importante è che abbiamo fatto vedere di essere una squadra di categoria, nessuno ci ha messo sotto. Forse l’unica partita che abbiamo sbagliato è stata quella di Biancavilla, lì abbiamo proprio sbagliato l’approccio ed infatti abbiamo subito 4 gol mentre in quasi tutto il girone ne avevamo presi 9. Giochiamo un calcio abbastanza corale, siamo squadra, attacchiamo e difendiamo tutti, per questo dico che sarebbe stupido pensare solo a fare quella decina di punti necessari per salvarsi. Possiamo e  dobbiamo ambire a qualcosa in più, nel calcio può capitare di non centrare l’obiettivo perché ci sono squadre più attrezzate, ma l’importante è provarci fino alla fine”.   

Commenta su Facebook

commenti