Tavares: “Bello affrontare Moscardelli. Il gol lo dedico anche a Barilaro”

Lega ProTavares corre dopo il gol (foto Denaro-Fazio)

L’ottavo centro stagionale di Diogo Tavares è valso al Messina l’1-1 contro il Lecce. E’ toccato ancora al portoghese, già in gol nelle precedenti sfide casalinghe con Melfi e Catanzaro, rimettere le cose al posto dopo il dubbio rigore concesso ai salentini. “Il pareggio è meritato, loro hanno avuto più possesso palla ma non hanno creato tante occasioni. La doppia cifra? Al massimo avevo raggiunto quota otto gol e in questa stagione ho già eguagliato quel bottino pur non svolgendo la preparazione e restando due mesi fermo per infortunio. Ora posso arrivarci”.

Tavares prova a calciare (foto Denaro)

Tavares prova a calciare (foto Denaro-Fazio)

Eppure al “Franco Scoglio” era il Lecce chiamato a dare qualcosa in più per giocarsi le residue chances di promozione diretta: “Sotto l’aspetto mentale era diverso perché loro si giocavano qualcosa di bello a differenza nostra, ma noi eravamo di certo più tranquilli e con la testa sgombra. Però per la gente di Messina, la società e anche per noi stessi dobbiamo dare sempre il massimo. Abbiamo giocato con impegno e cattiveria, facendo bella figura”.

Tavares batte Moscardelli 1-0 nella sfida tra attaccanti barbuti. Il portoghese fa però il modesto ed elogia l’esperta punta dei salentini: “Davide ha fatto tanti anni di Serie A ed ora è a fine carriera, ma si gioca sempre qualcosa di importante. Mi è piaciuto affrontarlo e guardare i suoi movimenti, cercando di capire perché lui ha fatto questo tipo di carriera e io invece non ci sono riuscito”.

Il portoghese sulla sfera (foto Denaro)

Il portoghese sulla sfera (foto Denaro-Fazio)

Il pensiero va quindi ai tanti infortunati, a cominciare dallo sfortunato Barilaro che ha rimediato a Castellammare la rottura del crociato: “Siamo un vero gruppo e possiamo dire che anche chi ha giocato meno sta ora avendo maggiori opportunità, dimostrando di poter far parte di questo gruppo. Barilaro? E’ il terzo anno che gioco con lui, mi dispiace tantissimo per quello che gli è accaduto. Gli voglio bene, sono pure suo compagno di camera. Questo gol va dedicato anche a lui”. Adesso c’è alle porte il derby con l’Akragas: “E’ una compagine difficile da affrontare, hanno dimostrato nel girone di ritorno di essere una buona squadra. Sarà una partita tosta”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva