Stampa: “Grassadonia è competitivo. Mi piace spingere ma dovrò anche difendere”

Samuele Stampa in azione a CamigliatelloLo Monaco ha ottenuto il riconoscimento delle somme che spettano all'ACR per l'impiego dei giovani come Samuele Stampa (in azione nella foto)

Tra i diciotto convocati per la trasferta di Pontedera c’è anche l’ex livornese Samuele Stampa. Per lui, giovanissimo ma di grande avvenire, giunto non a caso soltanto in prestito in riva allo Stretto, subito tanto spazio in questo avvio di stagione. Contro il Corigliano l’esterno è stato tenuto a riposo precauzionale ma nella sua Toscana sarà regolarmente a disposizione. Positivo il suo approccio con il tecnico Gianluca Grassadonia: “Il mister fin dai primi giorni mi ha dato l’impressione di essere un professionista parecchio competitivo, oltre che una bravissima persona sia in campo che fuori. Sono contento di aver trovato un allenatore così determinato, che potrà soltanto farmi migliorare”.

Nell’ultimo biennio oltre 40 presenze nel campionato “Primavera” con il Livorno. Una parentesi fondamentale per un calciatore classe 1995, alla prima vera esperienza in una prima squadra, alla quale approda con grandissime referenze: “È stata una grandissima esperienza. Ho giocato per 8 anni nel Livorno, che è anche la formazione della mia città e sono veramente contento di avere indossato proprio quei colori”.

Per Stampa quella messinese è un’avventura completamente nuova, come il gruppo di cui è entrato a far parte: “Non conoscevo nessuno, a parte Nicolas Izzillo, che avevo affrontato da avversario. Nel ritiro di Camigliatello mi hanno impressionato due degli elementi più esperti, ovvero il capitano Giorgio Corona e Saro Bucolo”.

Dovrà fronteggiare una folta concorrenza sulle fasce, dal momento che il Messina si è assicurato vari esterni. La presenza di atleti più esperti ed accreditati non lo scoraggia: “Darò il massimo in ogni allenamento ed in partita. Le decisioni le prenderà il mister, io devo soltanto impegnarmi al meglio. Sicuramente punto a giocare più partite possibili”.

Nel 3-5-2 confermato da Grassadonia dovrà, per sua stessa ammissione, garantire anche copertura anche se per propensione preferisce soprattutto proiettarsi in avanti: “Sono un esterno destro offensivo. Spingo molto ma devo migliorare in fase difensiva perché a volte tendo a restare troppo in avanti. Mi applicherò al massimo anche da questo punto di vista”.

Il calendario impone un esordio anticipato, già ad inizio agosto, nonostante appena due settimane vere di preparazione alle spalle. Probabilmente troppo presto, ma per Stampa il passaggio del turno resta obiettivo alla portata: “Daremo il massimo per superare il turno di Coppa Italia con il Pontedera. Siamo il Messina ed ogni partita la giocheremo per vincere. Non potremo essere al 100% però daremo tutto quello che abbiamo dentro per regalare ai tifosi la prima gioia stagionale”.

Commenta su Facebook

commenti