Siena-Messina: un precedente in Coppa favorevole ai bianconeri

I tifosi del Siena

Sarà la sfida in trasferta con il Siena di domenica prossima, valida per il primo turno eliminatorio di Tim Cup, ad aprire ufficialmente la stagione del Messina. Gara unica che servirà a designare l’avversaria della Spal. La Robur Siena è nata nel 2014 dalle ceneri dell’Associazione Calcio Siena, che era stata fondata nel 1904. In A quasi ininterrottamente dal 2003 al 2013, con un solo anno di Purgatorio in B, quindi il nuovo corso, all’indomani del fallimento del club, cominciato con l’immediato ritorno tra i professionisti e il sesto posto in Lega Pro della stagione scorsa. Di pochi giorni fa il fresco passaggio di proprietà, con Anna Durio divenuta presidente.

D'Agostino con Amoruso festeggia dopo un gol in giallorosso

D’Agostino con Amoruso festeggia dopo un gol in giallorosso

In Coppa Italia c’è un precedente tra Siena e Messina, relativo alla stagione 2004-05, quando entrambe le squadre militavano in Serie A. Furono i bianconeri a spuntarla, imponendosi per 0-1 al San Filippo nell’andata dei sedicesimi grazie al gol di Menegazzo al 22’. Al ritorno finì invece 1-1 per effetto delle reti di Cirillo (69’) e Amoruso (80’), risultato che consentì al Siena di centrare la qualificazione. In campionato sono invece otto i confronti andati in scena in terra toscana. Mai il Messina è stato capace di violare lo stadio intitolato ad Artemio Franchi. In B, nel 1935-36, fu 0-0. Niente incroci fino alla stagione 1983-84. Campionato di terza serie, nel quale il Siena non riuscì ad evitare la retrocessione. In casa propria batté però il Messina per 1-0 in virtù dell’autogol di Ceccarini. Nel 1985-86, alla terza giornata di ritorno di C1, l’1-1 firmato da Nuccio (30’) e Orati (55’). I giallorossi di Scoglio cavalcavano verso la promozione tra i cadetti.

Enrico Chiesa, ex bomber del Siena

Enrico Chiesa, ex bomber del Siena

Nel 2001-02, in B, la rete decisiva per il successo del Siena fu segnata da Caracciolo al 59’. Un match che arrivò da calendario dopo l’esonero di Arrigoni e la “promozione” in panchina di Apuzzo. Soluzione che tuttavia durò lo spazio di una sola settimana. Campionato seguente e nuova affermazione dei bianconeri, sempre per 1-0. Di Ghirardello, al 59’, il gol partita. Tre i confronti diretti in Serie A. Rocambolesco il 2-2 del 2004-05. Al 5’ il vantaggio ad opera di Arturo Di Napoli. Poi l’1-1 di Chiesa al 47’, il rigore trasformato da Parisi al 67’ e il definitivo pari di Chiumento a 7’ dal termine.

Riganò in gol su rigore a Siena (foto Ansa)

Riganò in gol su rigore a Siena (foto Ansa)

Vinte dal Siena le altre due gare, entrambe ricche di gol. Intanto il 4-2 del 2005-06. Locatelli al 10’ e risposta di Zoro al 12’ per un avvio scoppiettante. A seguire la doppietta dell’implacabile Chiesa (28’ e 41’), l’altro centro di Locatelli (46’) e la firma a chiudere di Di Napoli (67’). Infine il 3-1 del 2006-07, l’ultimo campionato disputato in massima serie dal Messina. Di Riganò su rigore al 20’ l’illusorio vantaggio dei giallorossi. Equilibrio ristabilito al 45′ da Konko e sorpasso senese praticamente allo scadere con Frick al 90’. In pieno recupero, al 93’, anche la rete di Cozza, a sancire la vittoria dei toscani.

Commenta su Facebook

commenti