Si è spento Pasquale Squadrito. Sciotto: “Sono scioccato, amici da una vita”

Pasquale SquadritoPasquale Squadrito è stato consulente del presidente del Messina Pietro Sciotto (foto Giovanni Chillemi)

Si è spento all’improvviso, nel primo pomeriggio, Pasquale Squadrito. Non è bastata una chiamata in extremis al 118. Il 75enne era un professionista che con il suo salone ha rappresentato un autentico punto di riferimento per intere generazioni. Tra un taglio di capelli e una barba non mancava mai un riferimento al Messina Calcio, la sua grande passione, già dai tempi di Massimino e di Franco Scoglio.

Sciotto e Squadrito

Matteo e Gino Sciotto insieme a Pasquale Squadrito per i festeggiamenti di San Nicola

Squadrito è stato consulente del presidente Pietro Sciotto, originario come lui di Gualtieri Sicaminò, nell’estate del 2017, quando lo accompagnò al Comune per aderire al bando indetto dal sindaco Accorinti, da cui è rinato l’ultimo Acr, dopo l’ennesimo fallimento per la mancata iscrizione tra i professionisti. Nella sua Gualtieri, dove verrà proclamato il lutto cittadino, è stato a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio assessore comunale nella giunta di Gino Sciotto.

Poi ha assunto la guida del Comitato che cura i festeggiamenti in onore del patrono del piccolo centro di 1600 abitanti della provincia di Messina, San Nicola di Bari. Squadrito sosteneva in prima persona tanti investimenti economici, per assicurarsi la riuscita dei celebri fuochi di artificio che accompagnano le celebrazioni nell’ultima domenica di agosto, di cui andava fiero, e che promuoveva costantemente anche tra i clienti del suo salone. Per il suo costante impegno negli ultimi anni era stato nominato Cavaliere del lavoro.

Pietro Sciotto e Pasquale Squadrito

Pietro Sciotto e Pasquale Squadrito al Comune nell’estate 2017 (foto Giovanni Chillemi)

Di fatto è stato uno degli ispiratori dell’approdo di Pietro Sciotto al timone dell’Acr. Commosso il ricordo del presidente del Messina: “Sono scioccato. Eravamo amici da una vita, fin da ragazzini. Era incredibilmente legato al suo paese, ogni weekend tornava a Gualtieri e siamo stati assieme anche questa mattina. Era un po’ affaticato ed è rientrato a casa. Dopo qualche ora è arrivata questa terribile notizia, che non ci dà pace. Ad agosto sono stato ricoverato e al mio rientro, nonostante il salone fosse chiuso per le ferie estive, lo ha aperto appositamente per me. Gli avevo promesso che avremmo disputato un campionato all’altezza”. 

Immediato il cordoglio sui social del deputato regionale Matteo Sciotto: “Pasquale Squadrito ci ha lasciati. All’improvviso è stato strappato all’affetto dei suoi cari e dei tantissimi suoi amici. Uomo buono, generoso, gualtierese fiero. Da tanti anni era il Presidente del Comitato organizzatore dei festeggiamenti in onore di San Nicola di Bari. Porgo le condoglianze e abbraccio sua moglie Teresa, suo figlio Antonio e tutti i familiari. Ciao Pasquale, amico mio”. 

Squadrito e Calatozzo

Pasquale Squadrito e Franco Calatozzo nell’estate 2017 al “Celeste” per gli interventi di recupero del manto erboso

Squadrito nei giorni scorsi si era sottoposto ad un’operazione chirurgica, perfettamente riuscita, che però potrebbe averlo debilitato. Dopo una breve convalescenza era voluto subito rientrare al lavoro, al fianco dei suoi dipendenti, che teneva aggiornati dall’ospedale, durante il recente ricovero. Chi scrive nei giorni scorsi era passato a trovarlo per sincerarsi delle sue condizioni e come sempre era arrivato un riferimento all’Acr e al confortante esordio in campionato a Cerignola: “Quest’anno finalmente ci divertiamo, possiamo centrare i playoff”. La speranza è che i sogni e le aspettative estive dei tifosi più ottimisti possano essere rispettate anche per lui. Ciao Pasquale, grazie di tutto. E forza Messina.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza