Sciotto: “Pronti a rinforzare la squadra. Nessuno dimostra di volere il Messina”

Pietro SciottoIl presidente dell'Acr Messina Pietro Sciotto

Il presidente del Messina Pietro Sciotto ha rotto un lungo silenzio, scegliendo ancora una volta la “Gazzetta del Sud” per fare il punto della situazione, a dieci giorni dal ritorno in campo. Il club deve rimpiazzare i dimissionari Marcello Pitino e Gaetano Auteri, designando un nuovo direttore sportivo e un successore del tecnico.

Acr Messina

La squadra a rapporto dai tifosi a Crotone (foto Andrea Rosito)

“Ho già in mente cosa fare. Ci stiamo muovendo e siamo pronti a inserire tra sei e otto giocatori in organico al di là delle cessioni” ha annunciato il massimo dirigente, che poi è intervenuto nuovamente sull’ipotetica cessione del club e sulla sussistenza di eventuali cordate interessate alle sorti della società: “Resto disponibile ad essere affiancato o a cedere. Se non l’ho fatto finora è perché non ho trovato nessuno all’altezza. Chi ha intenzione di prendere il Messina deve dimostrarlo con i fatti. Al momento non c’è nulla perché non lo ha fatto nessuno”. 

Sul fronte dirigenziale resta la candidatura di Pasquale Logiudice, ex dirigente di Fidelis Andria, Catanzaro e Juve Stabia, ma non è possibile escludere soluzioni alternative. Per la panchina la prima scelta sembra la soluzione interna, con Daniele Cinelli (sprovvisto di patentino) che potrebbe essere affiancato dall’esperto tecnico della “Primavera” Gaetano Di Maria. Ma anche in questo caso non sono da scartare nomi nuovi, fin qui non filtrati sulla stampa.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.