Sant’Agata, Giampà: “Siamo stati compatti. Vogliamo salvarci soffrendo meno”

Sant'AgataNemia in marcatura su Gaudio

Il tecnico Mimmo Giampà è soddisfatto per i primi tre punti ottenuti dal Città di Sant’Agata in trasferta ma anche per la condotta di gara contro una squadra come il Cittanova che ha gli stessi obiettivi di classifica: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e un primo vero scontro diretto tra due squadre entrambe reduci da una sconfitta inaugurale. Su questo campo ogni minimo errore può costare caro. A differenza di domenica siamo stati sempre una squadra compatta mentre col Trapani, pur belli, non siamo stati capaci di aiutarci tutti assieme. Portare a casa questo successo è una cosa importante: abbiamo saputo soffrire, rifiatare e sostenerci l’un l’altro. Chi è subentrato poteva fare meglio, su questo dovremo sicuramente lavorarci”.

Sant'Agata

Brugaletta in marcatura su Bonanno

Favo e compagni hanno offerto una prestazione convincente, limitando le iniziative locali e ottenendo il primo successo sulla strada verso la salvezza che dovrà essere meno sofferta dello scorso anno: “Nel primo tempo il nostro portiere Cannizzaro ha compiuto una grande parata su Bonanno ma successivamente abbiamo concesso poco. Nel secondo tempo ho visto bene la squadra, i calciatori mi hanno dato una grande gioia. Se vinci 1-0 significa che sei una vera squadra. Non era facile, loro erano galvanizzati per aver passato il primo turno di Coppa con noi e aver meritato di andare avanti. Faccio i complimenti ai miei: l’anno scorso eravamo in sofferenza specialmente in trasferta. Abbiamo trovato tardi la chimica mentre quest’anno abbiamo vinto al primo tentativo, ma sappiamo che non dobbiamo rilassarci e continuare così per dimostrare che non è stata solo una casualità. L’obiettivo è sempre lo stesso, dovremo salvarci possibilmente meglio dello scorso anno e questo sarebbe realmente un bel traguardo considerato che il torneo è a venti squadre”.

The following two tabs change content below.