Il San Matteo proverà a laurearsi campione. Musolino: “L’obiettivo è giocare un’altra grande partita”

Al termine di gara 1 della finalissima promozione del campionato di serie B Femminile il San Matteo Messina ha confermato il predominio cittadino nei derby contro la Rescifina (3-1 il dato vittorie- sconfitte stagionale, ndc) portandosi avanti nella serie, che comunque garantirà due posti per i concentramenti interregionali per la serie A3. Il tecnico biancorosso Antonio Musolino, visibilemtne soddisfatto per la prestazione delle sue ragazze ritorna sul successo, per certi tratti della sfida ben più ampio del 60-55 con cui si è chiuso il match del PalaRussello.

Il tenico del San MAtteo Antonio Musolino ai nostri microfoni

Il tenico del San MAtteo Antonio Musolino ai nostri microfoni

“Abbiamo comandato i giochi, ma come dalle previsioni è stata una sfida equilibrata. Ci siamo aggiudicati i primi tre quarti di misura, accumulando un vantaggio di sette-nove punti, un tesoretto da gestire nel finale. Abbiamo perso solo l’ultimo quarto di due punti, ma sono soddisfatto della coralità espressa dalla squadra. Abbiamo avuto più di una settimana di tempo per preparare la finale e si è visto, non voglio evidenziare nomi singoli, tutte le ragazze hanno dato il massimo ed è difficile elogiarne solo alcune”. 
Successo costruito in difesa che ha arginato le bocche da fuoco avversarie: “Siamo state sempre presenti in difesa, mettendo tanta grinta e tecnica sul parquet, rispettando il paino partita. Gli aiuti difensivi hanno funzionato al meglio. La Rescifina era l’avversaria già scritta per questa finale, considerato che la Rainbow è andata calando. Le abbiamo affrontate più volte nel corso della stagione, fa piacere perché ho allenato anche loro e giocarsi una finale tra due squadre messinesi sta a significare che il movimento cittadino torna a crescere. Col massimo rispetto proveremo ad andare avanti noi”.
Sabato si replica in gara due, il san Matteo parte avvantaggiato ma è consapevole delle difficoltà che la partita proporrà: ”Vogliamo giocare una grande gara, la mia speranza. Ci alleneremo bene in settimana con l’obiettivo di evitare gara tre e pensare alla fase degli spareggi interregionali. Anche la seconda accederà di diritto e lo trovo giusto perché dopo una stagione faticosa, giocarsi tutto in una finale non è mai facile. Pensiamo ad aggiudicarci questa finale ed il conseguente titolo regionale, poi penseremo a quello che verrà”.
Tra le grandi protagoniste sicuramente iscrive il suo nome la giocatrice reggina ma ormai messinese d’adozione Ilenia Certomà, che ha dimostrato di avere calcato parquet anche di categoria superiore, disputando una gara di alto livello (13 punti e tre triple decisive, ndc): “E’ stata una gara combattuta ma abbiamo sempre mantenuto il vantaggio che ha sfiorato anche la doppia cifra. Non abbiamo mai mollato, era un appuntamento troppo importante per noi e volevamo ben figurare davanti al pubblico amico. Ero in giornata positiva ma anche le mie compagne hanno grandi meriti. La Rescifina aveva altrettante motivazioni, hanno sbagliato qualcosa di troppo e noi l’abbiamo chiusa”.

Ilenia Certomà (San Matteo), tra le migliori giocatrici di gara 1

Ilenia Certomà (San Matteo), tra le migliori giocatrici di gara 1

Gara due è in programma al PalaTracuzzi, campo non semplice ma che il San Matteo ha già violato in stagione regolare: “Non sarà facile, saranno più aggressive, toccherà a noi gestire il loro piano tattico. Vogliamo chiuderla in due gare per arrivare prime. Poi penseremo alla fase successiva, gli allenamenti sono mirati per arrivare nelle migliori condizioni a maggio, un mese verità. Sono contenta di essere approdata al San Matteo, un grande gruppo, quasi come una famiglia e con un presidente sempre presente”.

Questo il video dell’intervista all’allenatore del San Matteo Antonio Musolino:

Questo il video dell’intervista ad Ilenia Certomà, guardia del San Matteo Messina:

Commenta su Facebook

commenti