Salernitana, in media oltre 10.000 spettatori. Messina nono nel girone C

Salernitana

Non soltanto regina in campo per la promozione conquistata con due turni d’anticipo. La Salernitana ha dominato anche sul fronte spettatori. Diciotto gare all’Arechi con un totale di 181.711 ed una media di 10.095 presenze. Il picco è stato di 20.846 per il big match con il Benevento che, vinto per 2-0 dai granata, diede lo slancio decisivo alla cavalcata. Numeri da categoria superiore: tra i cadetti soltanto Bari, Bologna, Catania e Perugia fanno meglio. Dopo la sbornia per la vittoria del torneo questa base rappresenta per il club di Lotito il punto forte anche in vista della prossima avventura in Serie B. L’obiettivo è addirittura quota trentamila…

Il Matera celebra un successo

Il Matera celebra un successo

Restando nel girone C di Lega Pro molto più equilibrati i dati sulle altre partecipanti. La piazza d’onore va al sorprendente Matera che vanta 81.400 spettatori totali e 4.522 di media, con apice raggiunto grazie ai 7.000 della sfida con il Benevento. Premiata la splendida classifica dei lucani, terzi ed in lizza per i playoff. Segue il Lecce, con 75.784 totali e 4.210 di media, arrivati a 6.287 in occasione della gara clou con la Salernitana. Quarto il Benevento con 3.521, poi altre due compagini che stazionano in posizioni importanti, ovvero il Foggia a 3.326 e la Casertana a 3.267. Settimo il Catanzaro a 2.950, protagonista nella prima parte di campionato ed adesso ottavo.

ACR Messina

I tifosi del Messina a Benevento

Quindi la Reggina che, nonostante la stagione negativa, si attesta a 2.877. Su questo dato “pesano” i 9.537 del derby di settembre con il Messina. Noni ci sono proprio i giallorossi con 2.252 di media, per un totale di 40.528. Il top di presenze (5.515) è relativo al derby dello Stretto del 25 gennaio, stravinto per 4-1, mentre il minimo (1.200) si riferisce alla gara infrasettimanale con il Melfi, persa per 1-2. Il club di Lo Monaco è dunque nella prima metà della speciale classifica e precede nell’ordine Cosenza (2.162 di media), Barletta (2.027), Juve Stabia (1.661), la peggiore tra le big, Vigor Lamezia (1.460), Martina (1.394), Savoia (1.370), Melfi (1.119), Ischia (1.008), Paganese (892), Aversa (817) e il fanalino Lupa Roma (573), che gioca però le sfide interne ad Aprilia.

I tifosi del Lecce

I tifosi del Lecce

Il girone C è nettamente quello più seguito. Lo si evince dai numeri degli altri due raggruppamenti. Nell’A il Novara è primo con 4.022 spettatori di media. Delle altre soltanto Cremonese (3.314), Alessandria (2.239) e Mantova (2.037) superano quota 2.000. Il Bassano, attuale capolista, ne ha 1.097. Meglio nel girone B. Il Pisa guida con 5.426 di media, ma per ora è fuori dalla zona playoff. Di seguito c’è l’Ascoli con 5.025. Staccata la Spal, terza a 3.356. Reggiana quarta a 3.336. Il Teramo, quinto con 2.569 (record grazie ai 6.970 contro il Pontedera), è a un passo dalla promozione in B. Le altre sono tutte dietro quota 2.000. Comparando i dati il Messina è sedicesimo in Lega Pro come quota spettatori su sessanta squadre. (Dati raccolti da www.stadiapostcards.com)

Commenta su Facebook

commenti