Roselli: “Al Messina faccio i complimenti. Brillante per la poca preparazione”

Il tecnico Giorgio Roselli

Nella scorsa stagione, subentrando a Cappellacci, ha condotto il Cosenza verso un buon campionato e soprattutto alla conquista della Coppa Italia di Lega Pro. Alla sfida con il Messina i silani arrivano forti dei quattro punti conquistati nelle prime due giornate, ma Giorgio Roselli, come emerso nel corso della conferenza pre-partita nella sala stampa “Bergamini”, deve fare i conti con il forfait di Caccetta che non ha superato i problemi alla schiena patiti in settimana e con il problema accusato durante la rifinitura da Andrea La Mantia, in forte dubbio per la gara del San Filippo. “I giocatori, quando non ci sono non mi creano pensieri, ma mi impongono la ricerca di soluzioni. Per Raimondi la risonanza ha escluso problemi importanti, ma deve recuperare attraverso un lavoro alternativo. Speriamo in 15-20 giorni di riportarlo alla normalità. Per quanto riguarda La Mantia non sappiamo precisamente di che entità sia il suo problema, viene con noi” ha detto Roselli, come riportato dal sito ufficiale del Cosenza.

Giorgio Roselli tecnico del Cosenza

Giorgio Roselli tecnico del Cosenza

Sul Messina, un avversario contro il quale il Cosenza vanta una tradizione assai negativa, il tecnico rossoblù dice: “Il Messina mi ha fatto un’ottima impressione sia nella prima uscita che contro il Benevento. Non è vero che si è difeso basso. Ha difeso bene, con un 4-4-2 che diventava altro. Bisogna far loro i complimenti. Certo il Benevento ha fatto turn over e non aveva ritmi altissimi e il Messina se ne è avvantaggiato. Lavorano molto bene e poi c’è una cosa che è normale nel nostro mondo, la poca preparazione effettuata li rende brillanti, forse non resistenti, ma brillanti.  In molti di loro c’è un aspetto psicologico da non sottovalutare, c’è l’entusiasmo perché hanno trovato una squadra come il Messina. Un classico stato d’animo per chi inizia un nuovo progetto”.

Il bilancio di questo avvio di stagione, una vittoria ed un pari nelle due gare di campionato senza peraltro subire gol, è più che positivo. Roselli estende il discorso anche alla Tim Cup: “Abbiamo fatto quattro partite, abbiamo vinto ad Ascoli, abbiamo pareggiato a Vicenza, battuto il Martina e pareggiato con l’Akragas. C’è qualche scontento, ma bisogna essere realisti nel calcio. Arrighini? Ho cercato di rincuorarlo perché finora ha fatto bene. Il problema per me non esiste. Il derby con il Catanzaro? E’ molto sentito, certamente cercheremo di fare del nostro meglio ma dobbiamo pensare prima al Messina perché pensare partita dopo partita è la cosa migliore da fare”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti