Raciti: “Il direttore sa che manca un attaccante. Spero che Burgio recuperi”

Fofana e AdoranteFofana e Adorante gestiscono un possesso (foto Paolo Furrer)

Il tecnico Ezio Raciti non nasconde le lacune del suo Messina. Nel match con il Picerno non è stata finalizzata una buona mole di gioco nella ripresa: “Abbiamo palleggiato di più, siamo andati quattro-cinque volte vicino alla conclusione ma non riuscivamo a calciare verso la porta. Abbiamo fatto fatica a tenere la palla davanti. Riuscivamo ad entrare sugli esterni ma a differenza loro mancava la verticalizzazione. Dobbiamo lavorare su questo”. 

Ezio Raciti

Il tecnico del Messina Ezio Raciti (foto Paolo Furrer)

Va ovviamente rimpiazzato il partente Vukusic: “Speriamo che con la chiusura del mercato il direttore riesca a completare l’organico, perché è evidente che qualcosa ci manca. Ha già individuato i necessari profili. Serve un attaccante che ci consenta di salire con più uomini. In avanti abbiamo soltanto Adorante e Baldè: se non sono in partita o hanno qualche problema dobbiamo fare di necessità virtù”. 

Non mancano comunque le attenuanti: “Non dimentichiamo che la settimana scorsa eravamo con gli uomini contati. Abbiamo accelerato i tempi di recupero per poterli avere a disposizione ma è evidente che chi rientra era indietro di condizione. Fofana ha preso il Covid ed è stato fermo a lungo. Non abbiamo ancora mai avuto a disposizione l’intera rosa”. 

Distefano

Distefano in pressing su un avversario (foto Paolo Furrer)

Ad aggravare la situazione due partenze per l’estero:Marginean è stato in Romania per vaccinarsi e ottenere il green pass per accedere allo stadio. È stato fuori da lunedì a sabato e non si è allenato per tutta la settimana. Non aveva nelle gambe più di mezzora. Anche Gonçalves è tornato da due giorni e si è allenato poco. Sono state scelte obbligate”. 

Come Rizzo e Angileri, ha subito convinto l’atalantino Burgio, vittima però di un infortunio: “È entrato bene in partita, attaccava bene gli spazi, ci stava aiutando in mezzo al campo. Sul gol ha calciato in porta ma ha preso la palla male e gli si è girato il ginocchio. Ha stretto i denti per dieci minuti, poi ha chiesto il cambio. Capiremo meglio con un esame strumentale. Spero che comunque non abbia nulla di importante e possa recuperare al più presto”. 

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma