Quartuccio: “La Supercoppa per coronare una stagione magnifica. Dura riconfermarsi”

Il presidente della Top Spin Giorgio Quartuccio

Negli occhi c’è ancora la magica accoppiata Coppa Italia-scudetto, centrata al culmine di un’annata indimenticabile. Dopo aver vinto i primi trofei della sua storia la Top Spin Messina è pronta ora a tuffarsi nella nuova stagione che inizierà ufficialmente a settembre, con un altro appuntamento importantissimo. Il presidente Giorgio Quartuccio si proietta già a Supercoppa e campionato:  “Il 26 settembre disputeremo la Supercoppa italiana contro il Cral Comune di Roma e speriamo ardentemente di conquistare un altro trofeo che sarebbe il coronamento alla magnifica stagione precedente. Il giorno successivo inizierà il campionato e giocheremo sempre contro Roma, ma con formula diversa, perché in Supercoppa ci sarà anche il doppio a differenza del campionato. La nuova stagione sarà molto complicata, data la competitività delle altre. Un po’ tutte si sono rinforzate, anche le neopromosse faranno un’ottima squadra. Sarà difficile riconfermarsi, ma ce la metteremo tutta, abbiamo costruito un organico all’altezza della situazione”.

La Top Spin campione d’Italia (foto Vincenzo Nicita Mauro)

La novità nel roster è rappresentata da Sadi Ismailov, autentico botto di mercato della Top Spin. Il russo affiancherà i riconfermati Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Jordy Piccolin. “Abbiamo puntato su Ismailov che già conosce il nostro campionato, avendo vinto lo scudetto a Carrara due anni fa, disputando una stagione fantastica. Con il russo ci rinforziamo notevolmente, ma ciò non significa che siamo favoriti. Carrara e Milano saranno ostacoli difficili da superare, tutte si sono rinforzate e ogni partita sarà una battaglia”.

Si ripartirà, inoltre, dal meraviglioso pubblico accorso a Villa Dante per trascinare la squadra alla vittoria di uno storico scudetto: “Aver portato il grande pubblico in palestra a Villa Dante è stata una grande conquista. Non avevo mai visto tanta gente come in occasione di semifinale e finale. Abbiamo dato finalmente una svolta al nostro sport facendolo conoscere a gran parte dei messinesi e ad altri che sono venuti a supportarci dalla Sicilia e dalla Calabria. Sono rimasti entusiasti e sono certo che ritorneranno”.

Sadi Ismailov con la maglia della Top Spin

Ad oltre due mesi di distanza da quella serata del 31 maggio, in cui la Top Spin si è cucita sul petto il tricolore battendo Verzuolo, Quartuccio ripensa a quei momenti: “Sono sensazioni da brividi, non mi sembrava vero neanche dopo giorni e giorni. E’ stata un’enorme soddisfazione, direi inaspettata, perché lo scudetto è arrivato in anticipo sui nostri programmi. Nessuno credeva che ce la potessimo fare. Una sensazione fantastica che speriamo di riprovare”.

Anche il tecnico Wang Hong Liang, autentica colonna portante, sta ricaricando le batterie in vista della nuova stagione: “Liang si è preso le sue meritate vacanze in Cina, tornerà presto e sarà in palestra tutti i giorni a preparare i ragazzi. Il nostro maestro meritava questa enorme soddisfazione, sono felicissimo soprattutto per lui”.

Il presidente Giorgio Quartuccio abbraccia Antonino Amato (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Non solo A1. La Top Spin sarà presente anche in tanti altri campionati: “Affronteremo nuovamente la B1, nonostante la promozione in A2, che sarebbe stata una categoria troppo impegnativa. Avremo gli innesti di Dario Sabatino, fresco campione italiano di terza categoria, e Alessandro Amato, al ritorno, un giovane promettentissimo. Avremo due squadre in C1, in cui ci saranno sicuramente Giovanni Vaccarino e Andrea Giannino. Poi ci saranno le squadre di C2, con un altro innesto importante come Danilo Faso del 2010 su cui puntiamo tantissimo, e serie D”.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva