Prova di forza del CUS Unime: battuta a domicilio la capolista Tirrenia Calcio

Giusy Merlino del Cus Unime

Prestazione superlativa del CUS Unime che batte in trasferta la capolista Tirrenia Calcio, infliggendole la prima sconfitta stagionale nel torneo di serie D di calcio a 5 femminile. A Venetico va in scena una partita bella e combattuta, nonostante le condizioni meteo avverse che ne ritardano di 30 minuti il fischio d’inizio. Il 2-1 con il quale le ragazze allenate da mister Impoco piegano le padrone di casa è figlio di una prova più che perfetta delle universitarie.

Cus Unime calcio a 5 femminile

CUS Unime a segno già al 6′ con la classe ’98 Martina Donato. Reagisce immediatamente la Tirrenia che mette a dura prova la retroguardia cussina, salvata più volte da un’ottima organizzazione difensiva e da alcuni interventi provvidenziali del portiere Giusy Merlino. Stesso copione nella ripresa, con entrambe le squadre che producono delle belle azioni ma, come nel primo tempo, va subito in rete il CUS. Un pregevole assist di Leardo mette in condizioni il pivot La Rocca di insaccare anticipando sul tempo il numero 1 di casa. E’ il 2-0 che, però, resiste pochissimo. Le padrone di casa, infatti, accorciano: Arcoraci, con un bel colpo di tacco, spiazza Merlino. La partita si fa sempre più intensa, ma finisce 2-1 per il CUS Unime che, così, riesce ad infliggere la prima battuta d’arresto alla capolista, accorciando a quattro lunghezze il gap dalla vetta.

Tanta la soddisfazione da parte di mister Tiziana Impoco: “Sono molto soddisfatta della prestazione delle ragazze, abbiamo giocato da squadra. Cerco sempre di far capire alle mie ragazze che lo spogliatoio è fondamentale ed adesso anche loro ne sono consapevoli”. “Abbiamo giocato con grinta e voglia di vincere – queste le parole del portiere cussino Giusy MerlinoAbbiamo messo in campo tantissima determinazione e sino all’ultimo minuto non abbiamo mollato, lottando su ogni pallone. Alla fine abbiamo ottenuto una vittoria molto importante che arriva grazie ad una bellissima prestazione di tutto il gruppo, vissuta con tanto coinvolgimento anche da chi era in panchina. Questa è la squadra che riconosco!”.

Commenta su Facebook

commenti