Proto fa il suo esordio al Comune. Pino: “Confidiamo nel successo dell’iniziativa”

Proto, Manfredi e FiumanòProto con Manfredi e Fiumanò a colloquio con l'assessore Pino

A poche ore dall’accordo con l’amministratore delegato dell’ACR Messina Pietro Gugliotta, l’imprenditore Franco Proto si è recato al Comune, per il primo approccio istituzionale. La nuova proprietà in pectore del club vuole bruciare le tappe, per non farsi trovare impreparata ai primi delicati appuntamenti. Con il sindaco Renato Accorinti e il vice-sindaco Gaetano Cacciola a Roma, per altri impegni istituzionali, a incontrare l’ex presidente dell’Atletico Catania è stato l’assessore allo sport Sebastiano Pino. Ad affiancare Proto, due dei suoi più stretti collaboratori, l’ex dg giallorosso Lello Manfredi e l’ex responsabile della comunicazione giallorossa Vittorio Fiumanò.

L’assessore allo sport Sebastiano Pino (foto Denaro)

È proprio Pino a fare il punto sul colloquio: “Proto ci ha voluto illustrare il suo tentativo di salvataggio del Messina, che vive una situazione piuttosto critica. Confidiamo nella buona riuscita dell’operazione, anche perché non sembrano esserci alternative all’orizzonte”.

Nessun contatto però con i dirigenti che ancora formalmente detengono la proprietà del Messina: “Ho tentato personalmente di contattare l’attuale proprietà ma non ci sono riuscito. Non c’è ancora un accordo scritto, ma Proto e i suoi collaboratori ci hanno comunque illustrato il loro piano industriale. Il progetto non è soltanto di natura sportiva, ma prevede anche una ristrutturazione del corposo debito accumulato”.

Il terreno del “Franco Scoglio” (foto Denaro)

Da Pino anche un’apertura di massima sul delicato tema delle pendenze con l’Amministrazione, per via della gestione dei due stadi e dei relativi canoni richiesti: “Se l’operazione andrà in porto e l’acquisto sarà formalizzato, potremo discuterne nei dettagli nel prossimo futuro”.

Commenta su Facebook

commenti