Pozzecco: “La difesa la chiave. Ho ragazzi dal grande valore che non perderanno mai”

L’Upea Orlandina bissa il successo di domenica sera grazie ad un perentorio secondo tempo in cui ha prodotto un poderoso break di 41-20, limitando le bocche da fuoco giallorosse (solo i due americani Young e Collins in doppia cifra, ndc) e si porta in vantaggio sul 2-0, unica a riuscirci in questa post season insieme alla capolista Trento. La serie può ancora regalare emozioni, questa è una certezza che i quattro mila fedelissimi del PalaFantozzi mettono già in conto ma i paladini confermandosi imbattibili in casa, intravedono il traguardo delle semifinali (dallo stesso lato del tabellone Verona e Veroli sono ferme sull’1-1, ndc).
In sala stampa l’allenatore bianco azzurro Gianmarco Pozzecco si sofferma sull’inizio gara particolarmente contratto da parte dei suoi ragazzi, alle prese con una tensione crescente: “Do ragione a Marco Calvani per la sua analisi del match. Barcellona era pronta fin dall’inizio per giocare una partita vera come in gara 1. Un po’ la stanchezza per la gara di domenica ci ha frenato, ripeto con enfasi e orgoglio, sottolineo quello che è successo domenica. Se in carriera avessi avuto il vestito di Basile da supereroe sarei stato un giocatore diverso, da giocatore non ho mai capito quanto fosse importante difendere, a 39 anni ha fatto 1/8 al tiro e dominare la partita. E’ un insegnamento per tutti, in primis per me. Ci sono stati altrettanti attestati di dedizione, sacrificio, coesione come la prestzione di Nicevic, so già che Archie le altre squadre ce lo porteranno via, giocherà minimo in Eurolega. Soragna ha giocato con quattro falli sul groppone. Mays, Ciribeni e Laquintana stoici e col coltello tra i denti. Benevelli non sembrava lui in un paio di azioni per l’atteggiamento, sembrava Rodman. Dispiace che non abbiamo fatto nulla ma nello sport bisogna sapersi godere i momenti storici”.

Gianmarco Pozzecco festeggia il 2-0 nella serie contro Barcellona (foto Denaro)

Gianmarco Pozzecco festeggia il 2-0 nella serie contro Barcellona (foto Denaro)

Come di consueto l’allenatore triestino è un fiume in piena a loda le grandi qualità dei ragazzi abili a riscattare un primo tempo in sordina: “Ho detto ai ragazzi dopo il primo tempo che questi siete voi, giocate come sapete, nel terzo quarto gliel’ho ripetuto. Sono ragazzi che hanno molti valori dentro. Potrà succedere che pagheremo la stanchezza venerdì perché giocheremo in trasferta, ma non ho potuto di perdere perché questi ragazzi nella vita non perderanno mai”.
L’ultimo pensiero è per il diretto avversario, Barcellona, che adesso sotto nella serie per 2-0 sembra in difficoltà: “Ho il massimo rispetto per quello che si vive a Barcellona, sono molto corretti con noi e cordiali, sono leali e sportivi. Non mi interessa parlare di quello che ritengono un vantaggio o uno svantaggio, non mi intrometto sui loro pensieri. Io penso esclusivamente alla mia squadra. Ho il massimo rispetto per il presidente Bonina, c’è un sano campanilismo tra noi e ci dev’essere. Questa è la Sicilia, uno spettacolo il tifo sugli spalti. C’è un idillio tra i ragazzi e Capo d’Orlando, per me questo è bellissimo, è un’esperienza meravigliosa e la stagione rimane straordinaria. Sono consapevole che potrà anche finire tra tre partite ma ciò non conta. Vittoria difensiva, i miei giocatori mi stanno convincendo sulla loro attitudine nella propria metà campo. Dobbiamo ricaricare le pile, l’unica preoccupazione per gara tre è questa. Voglio che escano dal campo soddisfatti e felici per la prestazione”.   

Questo il video della conferenza stampa dell’allenatore dell’Upea Orlandina Gianmarco Pozzecco:

Commenta su Facebook

commenti