Pizzino: “Chiedo la collaborazione dei messinesi, niente auto sul percorso del Giro”

Mario PizzinoIl dirigente del Dipartimento Viabilità del Comune Mario Pizzino (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Mercoledì 10 maggio il Giro d’Italia farà tappa a Messina. Il tasso di civiltà dei nostri concittadini sarà testato (ahinoi) da una competizione di portata internazionale. Il dirigente alla viabilità Mario Pizzino non nasconde la consapevolezza del notevole impegno al quale sarà sottoposta la macchina comunale: “L’intera zona sud sarà interessata dal passaggio della carovana del Giro e il circuito cittadino ci impegna ulteriormente. Divideremo in due il nostro territorio: nell’area compresa tra il torrente Gazzi e la zona nord le strade verranno chiuse alle 14.30. Dal confine sud fino a Gazzi verranno invece inibite al transito un’ora dopo”.

Giro d'Italia

I provvedimenti finalizzati al regolare svolgimento della tappa sono stati presentati al Comune (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Il passaggio, ad alta velocità, dei corridori imporrà ovviamente strade sgombre dai mezzi: “Non dovranno essere presenti auto in sosta. La rimozione partirà dalle ore 9 di mercoledì 10 maggio. Qualcuno potrebbe fare il furbo e quindi siamo pronti ad intervenire. Ci appelliamo ai messinesi: seguite le indicazioni, non lasciate l’auto in zone sensibili. Altrimenti verranno portate via dai carroattrezzi”. 

Il suggestivo circuito cittadino attraverserò il centro storico: “Lo ribadisco, le corsie del viale Europa e delle vie La Farina, Cesare Battisti, Tommaso Cannizzaro e Cavour interessate dal passaggio dei corridori dovranno essere libere dalle auto. In via dei Mille il divieto di sosta sarà ovviamente operativo su entrambe le carreggiate. Dovrà essere una giornata di festa, evitiamo disagi e multe, non aggraviamo l’impegno già rilevante dei vigili urbani. Non bisognerà forzare i blocchi, che non potranno essere tutti presidiati dagli agenti. In strada ci saranno comunque anche volontari, ausiliari del traffico e altre forze dell’ordine”.

Mario Pizzino

L’ingegnere Mario Pizzino in conferenza stampa (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Per qualche ora gli occhi della Penisola saranno rivolti sulla città dello Stretto, che non ospita un arrivo di tappa dal lontano 1999: “Rispettiamo le regole, è anche una questione di prestigio. I punti panoramici della città vengono già celebrati sul portale ufficiale del Giro. Vi saranno attività collaterali, con il villaggio pubblicitario e l’hospitality, localizzate sulla corsia lato mare della via Garibaldi, tra la via Primo Settembre e il torrente Boccetta. Questa zona verrà chiusa in anticipo, già alle ore 20 di martedì 9”. 

La corsa rosa porta con sé un’autentica città ambulante: “La corsia lato monte della via Garibaldi, sulla quale verranno collocati i banner pubblicitari, sarà chiusa dalle 5:30 di mercoledì mattina. Nelle vie adiacenti al Municipio sosteranno i mezzi di servizio. Le intersezioni verranno transennate. I mezzi di soccorso devono potersi muovere. Verrà attivato il doppio senso sulla cortina del Porto. È previsto anche il concomitante arrivo di una nave da crociera, ma abbiamo fatto in modo che i bus degli escursionisti non restino bloccati”.

Commenta su Facebook

commenti