Per la stracittadina aperte le due Tribune. Curva Sud verso la chiusura

Curva SudLa Curva Sud resterà chiusa al pubblico (foto Nino La Macchia)

Per l’attesa stracittadina tra Fc e Acr Messina la Curva Sud dovrebbe rimanere chiusa al pubblico. È quanto filtra da ambienti comunali e dalla Prefettura. Il settore tradizionalmente destinato al tifo giallorosso d’altronde è aperto per le gare casalinghe della società di Sciotto ma non per quelle del club presieduto da Rocco Arena, che vi rinunciò l’estate scorsa, anche per lanciare un segnale distensivo al tifo organizzato. Per riaprirlo occorre una nuova pronuncia della Commissione di Vigilanza, che però non dovrebbe arrivare comunque entro domenica.

Se gli intendimenti filtrati dal Comune e dalla Questura saranno confermati, i sostenitori del Fc Messina potranno quindi accomodarsi in Tribuna A, mentre ai gruppi organizzati che sostengono l’Acr verrà destinata la Tribuna B.

Tribuna

La Tribuna A ospiterà i sostenitori del Fc Messina (foto Giovanni Chillemi)

Giova ricordare che prima dell’inizio del campionato la Commissione ha concesso al Fc Messina una capienza massima complessiva di 5.200 posti. Per il pubblico dovrebbero quindi esserci a disposizione mille tagliandi di Tribuna A centrale, 2.300 di Tribuna A laterale, dove presumibilmente troveranno posto i “Testi Fracidi”, che hanno fatto il loro esordio domenica ad Acireale, mentre ai sostenitori dell’Acr andranno i 1.900 posti residui, in Tribuna B. Inizialmente la Commissione aveva destinato 1.100 posti nella cosiddetta Gradinata, ai quali però si possono aggiungere gli 800 del settore ospiti, solitamente destinato alle tifoserie avversarie, ma che il Fc Messina sembra preferisca tenere chiuso in occasione della stracittadina, per rispetto dei gruppi organizzati.

Tribuna B

La Tribuna B nel novembre 2015 in occasione del derby con il Catania

Una nota a margine: nella diretta Facebook in cui hanno annunciato la pubblicazione di un bando trentennale per la gestione dello stadio “Franco Scoglio”, il sindaco Cateno De Luca e l’assessore Francesco Caminiti hanno parlato di una capienza attuale di 9mila posti. In realtà quel limite venne raggiunto grazie a una singola deroga nella passata stagione, in occasione della semifinale di Coppa Italia con il Giulianova. Ma la capienza standard resta più bassa, anche perché le presenze sugli spalti sono contenute, sia per l’Acr, in rotta di collisione con i club, che per il Fc, che ha toccato il picco di 1.300 presenze soltanto con il Savoia nell’ultima uscita casalinga.

"Giovanni Celeste"

I monitor della videosorveglianza nella saletta del Gos, oggi disattivata, nell’estate 2017

Aumentare i posti disponibili comporta un aggravio dei costi legati a servizio d’ordine, Vigili del Fuoco e steward, e soprattutto – in assenza di deroghe possibili al massimo per un solo match – non è possibile sforare quota 7.500. Superato quel limite, in virtù delle più recenti normative, è necessario attivare il Gos, il Gruppo Operativo Sicurezza, ovvero la video-sorveglianza. In attesa di tempi migliori, se ne riparlerà in seguito.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva