Peppino Cocuzza e Zenith Messina sorridono, Agatirno e Or.Sa. ferme al palo

basket school MessinaGruppo Zenith-Nuova Agatirno, palla a due

Ha preso il via nello scorso week end il campionato di serie C Silver. Il fattore campo non ha fatto la differenza, infatti tre sono state le vittorie delle squadre di casa e tre le affermazioni in trasferta. Due vittorie e due sconfitte per le messinesi, bene il Cocuzza che batte il Ragusa e il Gruppo Zenith che supera nel derby la Nuova Agatirno. Stop per l’Or.Sa. nel difficile match con Alcamo.

Libertas Alcamo

Nel primo dei tre anticipi del sabato la Libertas Alcamo è andata a vincere in maniera netta al PalaAlberti superando con il punteggio di 62-82 l’Or.Sa. Barcellona. Match iniziato bene per gli atleti di Dani Baldaro, ben presto però Alcamo fa valere la maggiore caratura tecnica andando a condurre già al 10’ sul 13-17. Nel secondo periodo più marcata la supremazia della squadra di coach Ferrara, che vola sul +20 (22-42). I giovani barcellonesi ce la mettono tutta ma non riescono a rientrare completamente in partita (48-61 al 30’). Nell’ultimo quarto gli ospiti gestiscono al meglio il vantaggio, ed allungano fino la +20 finale. Fra i padroni di casa doppia cifra per Comelli (18), Granic (12) e Duranovic (10). In grande evidenza nell’Alcamo Manfrè con i suoi 20 punti messi a segno, bene anche Ajola e l’inossidabile Andrè (14 a testa), Costadura (11) e Amato (10).

Cocuzza – Ragusa, una fase del match

Inizia alla grande la stagione del Peppino Cocuzza 1947, i filippesi superano in casa la rodatissima Nova Virtus Ragusa per 74-70. Primo parziale favorevole agli iblei (10-17), trascinati da Mammana e Carnazza.  Nel secondo periodo Albo e Varotta suonano la carica, ed il team di Li Vecchi passa a condurre (31-30 al 20’) grazie alla bomba del lituano Knyza. Nella terza frazione Costantino prende per mano i compagni, ed il vantaggio dei locali aumenta (50-45 alla mezzora). Ultimo quarto molto combattuto, il Cocuzza non molla e riesce a fare propria la gara. Top scorer del match Knyza, autore di 19 punti, ottimi anche Varotta e Costantino (16 ciascuno). Alla formazione di coach Di Gregorio non sono bastate le doppie cifre di Mammana (15), Canzonieri (13) e Carnazza (12).

Luca Savoca (Fortitudo Agrigento)

La seconda vittoria in trasferta della giornata la conquista la giovane Fortitudo Agrigento, che vince in casa del Cus Catania: finale 67-76. La formazione Under 20 della più titolata Fortitudo ha la meglio sull’altrettanto giovane quintetto etneo, integrato dai senior Lo Faro e Cuccia. La prima frazione sorride ai ragazzi di coach Giovanatto, che chiudono avanti di 7 lunghezze (15-22). I cussini reagiscono e nel secondo periodo si portano a condurre anche di 5 punti e poi vanno al riposo lungo sul 35-34. Al ritorno in campo gli ospiti riprendono le redini della gara, Savoca segna e sforna assist per i compagni. Fortitudo avanti (51-59) alla penultima sirena, vantaggio che Magro e soci difendono fino al termine. Quasi tutti a segno gli agrigentini con Savoca in grande spolvero (28 punti), Magro ne mette 18 e Napoli 10. Il Cus Catania di coach Russo si deve accontentare delle ottime prestazioni di Cuccia (26) e Lo Faro (23).

Time out Eagles Palermo

Nelle gare in programma domenica, sorride l’Eagles Palermo che al PalaDallaChiesa di Bagheria batte per 81-62 lo Sport Club Gravina. Partenza fulminea dei palermitani che al 10’ conducono sul 23-10, la squadra etnea difende meglio, cerca di rientrare ma nel finale del primo tempo i ragazzi di Flavio Priulla ritrovano il ritmo giusto, protagonisti Tinto, Vranjkovic e Giardina, e vanno al riposo sul 45-30. Il terzo periodo è quello decisivo, Eagles scatenata con Giardina, Listwon e Dragna: al 30’ è punteggio è di 69-43. Nell’ultimo quarto Palermo allenta la morsa e la squadra di Marchesano ne approfitta per limitare lo svantaggio con Livera e Santonocito.  Cinque giocatori in doppia cifra per le aquile: Tinto 20, Vranjkovic 12, Listwon 11, Giardina e Bruno 10 ciascuno. Per il Gravina Santonocito ne realizza 21, Livera 12 e Barbera 11.

Basket Giarre – Alfa Catania

Il derby etneo fra Basket Giarre e Alfa Catania sorride alla squadra del capoluogo.  I rossoazzurri escono vittoriosi (71-75) dal PalaJungo al termine di un match combattuto ed emozionante. Parte forte la squadra di Andrea Bianca con super Gottini, i giocatori di casa fanno fatica: Marzo e Vitale guidano i compagni e al 10’ riescono a risalire fino al 17-30. Nel secondo periodo coach Bianca mescola le carte, il Giarre ne approfitta. Casiraghi e Marzo suonano la carica, tra tecnici ed espulsioni la squadra di coach D’Angelo si porta in vantaggio ma chiude sotto di uno (41-40) all’intervallo lungo. Terza frazione di marca giarrese, Alfa in affanno e punteggio che si ferma sul 50-45 alla mezzora. Nell’ultimo quarto il ritorno del team catanese e per i gialloblù c’è poco da fare, Riferi firma pareggio e sorpasso definitivo che lancia gli alfisti verso il primo successo stagionale. Vitale 17, Marzo 15, Quattropani e Casiraghi 10 a testa, sono i miglior realizzatori per il Giarre. Nell’Alfa vanno in doppia cifra ben cinque uomini: Gottini (15), Consoli (14), Florio (13), Riferi (11), Abramo 10.

basket school

Gruppo Zenith – Nuova Agatirno

L’altro derby di giornata vedeva di fronte il Gruppo Zenith Messina e la Nuova Agatirno Capo d’Orando. Inizia bene la squadra allenata da Ciccio Romeo, che fatica a domare i talentuosi paladini affidati a Matteo Angori. Primo periodo equilibrato, Agatirno parte meglio (7-13), poi il ritorno degli scolari che chiudono in vantaggio 16-15 al 10’. Seconda frazione sempre sul filo dell’equilibrio con sorpassi e controsorpassi. Messina si porta sul +7, poi la rimonta ospite e il nuovo vantaggio biancorosso con Scimone che fissa il punteggio sul 34-30 al 20’. Al ritorno in campo regna ancora l’equilibrio, squadre sempre vicine nel punteggio, Hendrych gravato di falli si accomoda in panca e l’Agatirno chiude in vantaggio (42-43) il terzo parziale. L’ultimo quarto è avvincente, ospiti in avanti sul +8 al 35’, reazione rabbiosa del Gruppo Zenith e controsorpasso. Finale da brivido ma Messina riesce a portare a casa la vittoria: 59-57.  Protagonisti fra i messinesi Fathallah (15 punti), Hendrych 14 e Cavalieri 12. Nell’Agatirno ottimo Fazio (22), in doppia cifra anche Donda (13).

La classifica: Libertas Alcamo, Eagles Palermo, Fortitudo Agrigento, Alfa Catania, Cocuzza S. Filippo del Mela, Gruppo Zenith Messina 2 punti, Nuova Agatirno, Nova Virtus Ragusa, Giarre, CUS Catania, Sport Club Gravina e Or.Sa. Barcellona 0 punti.

Commenta su Facebook

commenti