Peppe Costa di rigore: il Città di Messina vince l’anticipo a Misterbianco

Misterbianco-Città di Messina

Primo acuto stagionale e primo colpo esterno per il Città di Messina che, nell’anticipo della 2^ giornata del girone B di Eccellenza, ha espugnato il rettangolo del Misterbianco. A decidere l’incontro il rigore trasformato con freddezza  da Giuseppe Costa a quattro minuti dal novantesimo. In una gara condizionata dalla terra battuta e da un arbitraggio tutt’altro che all’altezza, la formazione del duo D’Alessandro – D’Andrea ha offerto una prova di maturità, rischiando poco contro un avversario che solitamente concede pochissimo tra le mura amiche
Diverse le novità nel 4-3-3 iniziale. Tra i pali debutta in Eccellenza il giovane Riccardo Trovato. Difesa composta da Iovine, Romeo, Fragapane nell’inedita posizione di centrale e Fleri. A centrocampo fa il suo esordio Salvatore Trovato, schierato insieme a Costa e Romano. Tridente d’attacco formato da Cariolo, Calarco e Calogero. La gara inizia con quindici minuti di ritardo. Subito propositivo il Città di Messina,  al 3′ Cariolo tenta la conclusione dopo una serie di ribattute in area di rigore, mira imprecisa e pallone abbondantemente fuori. La prima mezz’ora di gara regala pochissime emozioni, le squadre si fronteggiano al centrocampo senza creare pericoli. Al 34′ gli ospiti sfiorano il vantaggio: Costa conclude di potenza dai venti metri, Strano non trattiene il pallone e Cariolo ne approfitta. Il numero sette giallorosso supera il portiere e conclude a botta sicura, ma sulla linea è provvidenziale il salvataggio di Moring. Partita spezzettata dai continui fischi del direttore di gara che a fatica contiene l’eccessivo agonismo dei ventidue in campo. Al 45′ Luigi D’Alessandro viene allontanato dalla panchina per proteste.  Nel secondo dei tre minuti di recupero fanno capolino i padroni di casa con un tiro senza velleità dell’ex di turno Andrea Parachì. Dopo un abbondante extra time termina la prima frazione di gara.

Giuseppe Costa

Giuseppe Costa

Nella ripresa  il Città di Messina inizia a spingere sull’acceleratore, conquistando in breve tempo la supremazia tattica. Al 55′ ci prova Romeo calciando al volo dopo una ribattuta della difesa su corner di Salvatore Trovato, Strano si fa trovare pronto. Tre minuti più tardi l’episodio che accende le polemiche in casa giallorossa. Trovato batte il corner dalla destra, Calogero tenta la deviazione in scivolata. La conclusione dopo una carambola termina in rete, Castiglia tenta un disperato salvataggio aiutandosi con una mano. Nonostante il pallone abbia superato la linea il direttore di gara non assegna il gol al Città di Messina, senza però fischiare l’evidente fallo commesso dal difensore di casa. Una decisione che lascia stupiti calciatori e dirigenti ospiti. Al 63′ ancora messinesi in avanti con una punizione di Salvatore Trovato che sfiora il palo. Un minuto dopo il Città di Messina effettua il primo cambio: La Rocca prende il posto di Calarco. Al 67′ si rivedono i padroni di casa con un traversone dalla destra deviato di testa da Giovanni Arena, il pallone sfiora il palo e si spegne sul fondo. Al 76′ pericoloso Salvatore Trovato con una punizione a giro mandata in corner da Strano. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Costa non inquadra la porta. Negli ultimi dieci minuti il Città di Messina chiude gli avversari nella propria metà campo. All’81’ Trovato serve ottimamente Calogero scattato sul filo del fuorigioco, conclusione smanacciata dall’attento Strano. All’86’ l’episodio che sblocca la partita: Lo Verde intercetta con il braccio un traversone di D’Angelo, subentrato dieci minuti prima al posto di Romano. L’arbitro non esita e fischia il calcio di rigore, ammonendo per la seconda volta il numero undici di casa. Dal dischetto si presenta Costa che con freddezza realizza. Il Misterbianco con la forza della disperazione tenta l’assalto finale, ma l’unica azione degna di nota è il colpo di testa di Zapulla neutralizzato senza problemi dall’ottimo Riccardo Trovato. Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro fischia tre volte. Nel prossimo turno il Città di Messina riceverà l’Acireale.

Il tabellino
Misterbianco – Città di Messina 0-1
Marcatore: 86′ Costa rig,
Misterbianco: Strano, Gianpiccolo, Castiglia (86′ Corallo), Tringali, Moring, Mammana, Parachì, A. Arena (81′ Zapulla), Di Stefano (64′ Zuccarà), G. Arena, Lo Verde. Allenatore: Gaetano Settineri.
Città di Messina: R. Trovato, Iovine, Fleri, Fragapane, Romano (76′ D’Angelo), Romeo, Cariolo (82′ Giordano), S.Trovato, Calarco (64′ La Rocca), Costa, Calogero. Allenatore: Lucio D’Andrea.
Arbitro: Antonino Puglisi della sezione di Siracusa. Assistenti: Andrea Breci e Andrea Tiralongo, entrambi della sezione di Siracusa.
Ammoniti: Iovine (CdM), S. Trovato (CdM), Costa (CdM), Calogero (CdM), Tringali (M), Parachì (M), A. Arena (M), Zuccarà (M), Lo Verde (M).
Espulsi: Lo Verde (M).
Recupero: 3′ pt, 4′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti