Patti: “Ferrigno scelta giusta. Qui ha lasciato il segno, ora si rimetterà in gioco”

Niki Patti e Paolo GiulianoNiki Patti con l'ex direttore generale dell'ACR Messina Paolo Giuliano

Fabrizio Ferrigno è il nuovo direttore sportivo del Messina. Un carico d’esperienza in più e soprattutto la figura professionale che mancava nell’organigramma del club giallorosso. A lui toccherà trovare i tasselli giusti proprio in chiusura di calciomercato per consentire alla squadra di risalire la china. Il vicepresidente Niki Patti sposa in pieno la decisione del presidente Sciotto: “Ritengo sia la scelta giusta, dopo che il presidente ha rivisto le sue posizioni iniziali. Si tratta di un personaggio che ha esperienza ed è gradito alla piazza, avendo vinto qui dei campionati. Lo scorso anno è stato anche giudicato come il migliore direttore sportivo della Lega Pro”.

Ferrigno

Ferrigno contesta una decisione arbitrale con la consueta verve…

Ferrigno di nuovo a Messina dopo i successi nelle prime due stagioni ma anche qualche ombra, legata alla retrocessione del 2015 dopo i play-out contro la Reggina. “Ogni direttore sportivo si muove anche in base al budget che gli viene affidato e col quale può operare. Al terzo anno ha potuto fare poco, dovendosi muovere con le interferenze di Lo Monaco che in queste categorie non ha particolari conoscenze”.

L’ultima chiamata gli era arrivata da Modena (Serie C), ma l’ex bandiera del Catanzaro ha comunque preferito scendere di categoria pur di tornare a Messina. “Sono al corrente di quest’offerta, ma Messina è Messina anche in una categoria diversa. E’ una piazza nella quale ha lasciato il segno e si rimetterà in gioco”.

Niki Patti a bordo campo

La partenza in Serie D, però, è stata ad handicap con due sconfitte in altrettante gare. C’è ancora tempo per recuperare? “E’ tutto risolvibile, la società ha iniziato in sordina, ma accade a tante squadre. Ricordo che anche ai tempi di Aliotta la squadra ebbe difficoltà all’iniziò e che in Seconda Divisione con Lo Monaco si era terzultimi alla fine del girone d’andata, per poi rimontare e chiudere il campionato da primi”.

Commenta su Facebook

commenti