L’Orlandina riparte da Gay: “Cardani mi ha voluto fortemente. Lo ripagherò”

Orlandina BasketMatteo Laganà e Flavio Gay tra le conferme dell'Orlandina

Flavio Gay insieme al capitano Matteo Laganà e al lungo Modou Diouf rappresenta la linea di continuità col roster del passato torneo. Per il giocatore piemontese, che anche in serie A2 ha mostrato ottimi numeri, la volontà della società ha rappresentato un importante attestato di stima che adesso spera di continuare a ricambiare con profitto in campo come dichiarato ai microfoni di Antenna del Mediterraneo: “Mi aspetto grandi cose per questa seconda stagione in biancoazzurro. In ritiro ci stiamo iniziando a conoscere con tutto il resto del gruppo, che è stato profondamente rinnovato”. 

Flavio Gay

Flavio Gay in cabina di regia

L’Orlandina Basket è una squadra giovanissima al pari del proprio allenatore. L’ex miglior realizzatore della serie B di due stagioni fa si attende tanto dal nuovo capo allenatore e si augura di progredire ulteriormente in tutti gli asPetti del gioco: “Coach Cardani e tutto lo staff tecnico ci stanno facendo lavorare e sudare tanto ma questo sappiamo che servirà. Spero che possiamo centrare presto il nostro obiettivo. In estate con chiunque ho parlato mi ha espresso giudizi molto lusinghieri sul coach, sono contento che lui sia arrivato a Capo d’Orlando. E sono felice che mi abbia voluto fortemente”.

Sul suo ruolo in squadra il ragazzo ex Barcellona è pienamente consapevole che lo stesso ricalcherà quello del passato campionato: “Il mio compito rimane lo stesso dello scorso anno, ne ho già parlato in maniera approfondita col tecnico. Devo rappresentare per la squadra un’addizione importante partendo dalla panchina, entrare e provare a spaccare il match dando più ritmo sia in attacco che in difesa”. 

Autori

+ posts
Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33