Orlandina-Chiusi apre la Supercoppa. Cardani e Vecerina: “Pronti all’esordio”

Orlandina BasketMarco Cardani osserva la sua squadra

Si torna finalmente sul parquet. Per la gara di venerdì 10 settembre tra Orlandina e Chiusi, con palla a due alle ore 21, è previsto l’ingresso dei tifosi al PalaFantozzi fino ad esaurimento della capienza massima attualmente disposta dal Governo (25%). Si potrà accedere acquistando il ticket da 5 euro (prezzo unico) presso la sede del club (dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 18) o, prima dell’inizio della partita, al botteghino del palazzetto. Accesso consentito dalle 19.45. Il club ha invitato tutti ad acquistare o ritirare il biglietto con congruo anticipo, per evitare code e assembramenti. Per l’accesso sarà necessario mostrare il Green Pass agli addetti.

Orlandina Basket

Simone Vecerina in palleggio

Tra i giocatori ha parlato l’ex Bergamo Simone Vecerina, che ha destato una buona impressione: “È stato un buon test contro un’ottima squadra di serie B come Agrigento. Siamo pronti all’esordio in gare ufficiali che avverrà nella Supercoppa contro Chiusi. Abbiamo disputato una buona gara anche a Trapani, siamo contenti di questo. Siamo un bel gruppo e stimo lavorando duramente tutti assieme”.

Il tecnico Marco Cardani ha analizzato il primo impegno da capo allenatore dell’Orlandina disputato sul parquet amico, ovvero l’amichevole con Agrigento: “La partenza è stata un po’ soft, poi la reazione c’è stata da parte del gruppo contro un’ottima squadra per la serie B, che dispone di giocatori di categoria superiore o di grande livello per il piano inferiore. Si è trattato di un test probante: ho visto da parte della squadra un ottimo atteggiamento a partire dal secondo quarto perché come gruppo viviamo molto delle percentuali di tiro che non erano elevate in avvio anche per via di numerosi errori in lunetta. Poi abbiamo fatto le cose a noi più congeniali”. 

Orlandina Basket

Tevin Mack in azione: per lui primo contatto con l’Orlandina

Il coach ex Bernareggio è pienamente cosciente che servirà ancora un po’ di tempo alla sua squadra per assimilare tutti i dettami tattici e gli schemi che i giocatori stanno provando in questi giorni: “Siamo ancora un cantiere perché abbiamo tante cose su cui lavorare e dobbiamo completare il pieno inserimento di Tevin Mack, che ha disputato un solo allenamento ed era alla prima uscita col gruppo. Comunque ci faremo trovare pronti per la sfida contro Chiusi, sapendo ovviamente sia noi che loro in che periodo della stagione ci troviamo e che siamo nel pieno della preparazione, senza perdere di vista il nostro reale obiettivo, ovvero fare bene sin dalla prima gara di campionato”.

The following two tabs change content below.