Nuovo appuntamento con TeatrArt: la mostra “Vibrisse” di Ilia Currò

Ilia CurròUna delle opere della mostra "Vibrisse" di Ilia Currò

Nuovo appuntamento con TeatrArt, il ciclo di mostre che si svolgono al Teatro dei 3 Mestieri di Messina, con la direzione artistica di Dania Mondello. Domenica 11 dicembre alle ore 20.30 sarà inaugurata la mostra “Vibrisse” della pittrice Ilia Currò. L’artista è originaria di Messina e gli studi scientifici non ostacolano la sua sempre crescente passione per il lavoro manuale e l’amore per l’arte. Nel 1987 inizia la collaborazione, a Messina, con l’atelier “Ars vitrum” dei fratelli Enzo e Franco Currò, con i quali realizza numerose vetrate artistiche.

Ilia Currò

La pittrice messinese Ilia Currò e una delle sue opere

Si occupa di pittura seguendo varie tecniche sperimentali e, nel 2012, si avvicina anche alla scultura. Partecipa a diverse mostre sia nella propria città che in Francia. La pittura, così come la modellazione dell’argilla e la scultura della pietra sono per lei un continuo riempirsi e svuotarsi, ed è in questo estenuante corpo a corpo che la sua arte nasce e si esprime. La serata al Teatro dei 3 Mestieri sarà aperta alle ore 19.30 dallo spettacolo “Donne, plurale universale”, che vede protagonista Laura Giordani: cinque donne con storie diverse, la loro esperienza col passato e presente, raccontano ognuna alcune sfaccettature dell’essere moglie, madre, figlia, amante.

Dopo l’inaugurazione della mostra, si svolgerà la presentazione del libro “Di donne, di ieri” di Giusi Arimatea: viene narrata la storia di tre esistenze lungo l’arco temporale d’un secolo che si dispiegano, accavallandosi, al richiamo della memoria. Sullo sfondo una Sicilia dissennata, animosa, magica, retriva, ospitale e scomoda, luminosa e lugubre, ineguagliabile impasto di terra e mare. Innanzi agli occhi una Milano composta, elegante, generosa, cautamente affabile, dai cieli grigi e dalle infinite sfumature. Per tutti gli eventi l’ingresso è gratuito.

Autori

+ posts