Nino Di Matteo quinto assoluto nel 7° Slalom Città di Cammarata

Nino Di Matteo (TM Racing Messina) - ph Manuel Marino

L’esperto agrigentino (di Sciacca) Nino Di Matteo, alfiere della Tm Racing Messina, ha concluso in quinta posizione il 7° Slalom Città di Cammarata.

Girolamo Ingardia (foto Manuel Marino)

Il pilota ha preferito non prendere rischi sul bagnato, al volante della Gloria C8F Evo Suzuki, avendo di mira il terzo posto assoluto nella classifica del Campionato Siciliano Slalom. Ad aggiudicarsi la gara è stato il mazarese Girolamo Ingardia al volante dell’agile e fedele monoposto Ghipard Ghi008 Suzuki. Il portacolori della Trapani Corse si è rivelato più forte financo delle condizioni meteo alquanto minacciose, dominando il 7° Autoslalom Città di Cammarata e San Giovanni Gemini, 22a ed ultima prova del Campionato siciliano della specialità, sesta e penultima tappa per lo Challenge Palikè 2019. La competizione auto ospite sul territorio dei due comuni dell’Agrigentino, nel Comprensorio dei Monti Sicani, si è regolarmente disputata sulla distanza di due manche cronometrate (non si è dato luogo alla prevista salita di ricognizione, su disposizione del direttore di gara, il siracusano Manlio Mancuso), su fondo stradale bagnato a causa dell’abbondante pioggia caduta nelle ore precedenti alla gara, pioggerella che ha ripreso a cadere sul finale di Gara 2. Girolamo Ingardia, al culmine di due manche perfette, ha preceduto il bravo ericino Michele Poma, campione italiano Slalom Under 23 due anni addietro, con la Radical Sr4 Suzuki della scuderia Armanno Corse, quindi il sorprendente (ma non più di tanto) rallysta agrigentino Maurizio Mirabile, il quale, da terzo assoluto, ha fatto valere la sua esperienza sul bagnato e la maggiore motricità delle quattro ruote motrici della Ford Fiesta ST R5 schierata dalla Fr Motorsport Favara.

Michele Poma (foto Manuel Marino)

Ottimo quarto assoluto, al suo rientro nelle competizioni dopo oltre un lustro di assenza, è il mazarese Totò Arresta (che ha avuto anche il merito di riportare in uno slalom, sebbene come “assistente”, papà Girolamo), il quale si è subito trovato a suo agio nell’abitacolo della Gloria B5 Yamaha abitualmente usata dal marsalese Massimo Gentile (per i colori della Trapani Corse), con la quale ha concluso Gara 2 in 164,25 “punti-secondi”. Il 7° Autoslalom Città di Cammarata e San Giovanni Gemini è stato promosso dal Team Palikè Palermo, dalla Muxaro Corse Sant’Angelo Muxaro (AG) e da un gruppo di promotori locali, tra cui i piloti Nazareno Pellitteri ed Angelo Infantino ed il giovane appassionato Antonello Lo Scrudato. Patrocinio dei Comuni di Cammarata e San Giovanni Gemini, con supporto economico assicurato da un pool di sponsor locali, che hanno sostenuto l’evento motoristico.

Maurizio Mirabile (foto Valentina Spallina)

La classifica: 1) Girolamo Ingardia (Ghipard Ghi008 Suzuki), in 152,44 ‘punti-secondi’ 2) Michele Poma (Radical Sr4 Suzuki), in 160,26 3) Maurizio Mirabile (Ford Fiesta ST R5), in 160,38 4) Totò Arresta (Gloria B5 Yamaha), in 164,25 5) Nino Di Matteo (Gloria C8F Evo Suzuki), in 166,91 6) Gianfranco Barbaccia (Fiat 126 Proto), in 167,24 7) Emanuele Campo (Fiat 126 Proto), in 169,71 8)  Salvatore Farina (Peugeot 106 Gti 16v), in 170,76 9) Fabio La Greca (Fiat Cinquecento Sporting), in 172,27 10) Luigi Parello (Fiat 500), in 173,05 11) Salvatore Licitra (Renault Clio Williams), in 173,42 12)  Luciano Daddi (Peugeot 106 Gti 16v), in 174,98 13) Salvatore Nicotra (Renault 5 Gt Turbo), in 175,45 14) Rosario Rattenuti (su A112 Abarth), in 176,21 15)  Giuseppe Perniciaro (Citroen Saxo Vts), in 177,76.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva