Nibali resta in giallo. Trentin regala la seconda gioia all’Italia

La copertina dell'Equipe dedicata a Vincenzo Nibali

La copertina dell’Equipe dedicata allo straordinario Vincenzo Nibali

La settima tappa del Tour de France regala all’Italia un’altra soddisfazione: dopo la vittoria di Vincenzo Nibali nella seconda tappa è arrivata infatti l’affermazione di Matteo Trentin.

La frazione presentava un chilometraggio importante, con i suoi 236 Km totali: la prima parte molto semplice, mentre il finale era reso impegnativo da due “cot” posti rispettivamente a 20 e 10 K m dal traguardo. Sono state proprio le due salitelle ad animare la corsa, con il gruppo che si scremava sino a ridursi a una trentina di unità.

Il finale convulso faceva vittime non soltanto tra i velocisti, ma anche tra qualche uomo di classifica.

Nibali arriva al traguardo col primo gruppo, così come Alberto Contador, rivale da controllare con particolare attenzione nelle prossime frazioni di montagna, ad iniziare dall’ottava che prevede un finale impegnativo, con tre Gran Premi posizionati negli ultimi 20 km di corsa.

Lo stesso Nibali, dopo la gara, ai microfoni della RAI, ha parlato delle prossime tappe, alle quali è già idealmente proiettato: “Sarà un fine settimana particolarmente impegnativo. Iniziano le montagne e chi vorrà recuperare terreno cercherà di attaccare ad ogni occasione. Io rimango sereno, consapevole della mia condizione, con la certezza di avere una squadra compatta attorno a me”.

A fare sognare Messina e l’Italia è infatti anche la solidità dell’Astana, con i kazaki che non hanno badato a spese pur di spingere lo “squalo dello Stretto” verso il trionfo nella terza grande corsa a tappe, dopo quelli alla Vuelta di Spagna ed al Giro d’Italia.

Lo "squalo dello Stretto" in azione

Lo “squalo dello Stretto” in azione

Questa la Classifica Generale aggiornata dopo sette tappe.
1. Vincenzo NIBALI (Ita, Astana) 29h57’04”
2. Jakob FUGLSANG (Dan, Astana) a 2”
3. Peter SAGAN (Svk, Cannondale) a 44”
4. Michal KWIATKOWSKI (Pol, Omega Pharma-Quick Step) a 50”
5. Tony GALLOPIN (Fra, Lotto-Belisol) a 1’45”
6. Richie PORTE (Aus, Sky) a 1’54”
7. Andrew TALANSKY (Usa, Garmin-Sharp) a 2’05”
8. Alejandro VALVERDE (Spa, Movistar) a 2’11”
9. Romain BARDET (Fra, Ag2R-La Mondiale) s.t.
10. Alberto RUI COSTA (Por, Lampre-Merida) s.t.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com