Di Napoli: “Troppe stupidaggini. Qualcuno ne pagherà le conseguenze”

Di Napoli nella sala stampa di Caserta

Ai microfoni di Raisport il tecnico del Messina Arturo Di Napoli non nasconde l’amarezza per il pesante ko di Caserta e lancia un chiaro messaggio alla squadra, che ha chiuso in nove per i rossi rimediati da Berardi e De Vito: “Ho visto fare delle stupidaggini che non devono accadere. Sono arrabbiato e qualcuno ne pagherà le conseguenze. Non so cosa sia scattato nella testa dei giocatori. La Casertana non è prima per caso, è una squadra compatta con i giocatori che si aiutano l’uno con l’altro. Ovvero quello che facevamo noi in passato, mentre ora ci siamo disuniti sia per ingenuità che per la stanchezza fisica e mentale. Era già dura contro la capolista, figuriamoci anche in inferiorità numerica. I playoff? Bisogna pensare a salvarci, è la cosa più importante, non bisogna illudere la gente”.

L'ingresso in campo di Casertana e Messina

L’ingresso in campo di Casertana e Messina (foto Scialla)

A Radio Amore il tecnico peloritano rincara la dose facendo capire che durante la prossima finestra di mercato molte teste salteranno:  “Abbiamo avuto tanti problemi, non c’era Martinelli, da settimane manca Palumbo, Parisi oggi non era al meglio, però la nostra forza è sempre stata la difesa e l’atteggiamento di qualcuno inizia a darmi noia. Io non sono uno che si accontenta, possiamo ottenere grandi risultati. Abbiamo pazientato sin qui dicendo che andava tutto bene, adesso invece è arrivato il momento di fare le dovute valutazioni verso chi ha preso questa esperienza con leggerezza. Qualcuno ha staccato la spina, si è sentito arrivato dopo aver giocato davanti a 20 mila persone un derby, una cosa del genere non deve accadere. La sosta viene a pennello, c’è una proprietà che valuterà. Mi rendo conto che abbiamo a disposizione un certo tipo di budget, qualcuno sarà sacrificato. Anche oggi in avanti abbiamo sofferto”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com