Musacci: “La concorrenza fa bene. Da Silva un grande, non so perché Lo Monaco lo ha ceduto”

Carlini e MusacciCarlini e Musacci

Rimasto fuori per squalifica dalla gara contro il Taranto, è pronto a riprendere il suo posto in campo e la fascia di capitano già a partire dal confronto di Matera. Gianluca Musacci promuove intanto il Messina visto all’opera domenica: “La partita vinta con il Taranto mi ha lasciato ovviamente una buona impressione. Domenica ho esultato molto ai gol, è stato fondamentale il fatto che l’abbiamo sbloccata subito”.

Musacci

Musacci in fase di copertura (foto Giuseppe Scialla)

Per la fase decisiva della stagione non mancano le alternative nel reparto di centrocampo, anche alla luce dell’ottima prova di Foresta a ridosso delle punte, condita peraltro dal primo gol in campionato del giocatore proveniente dal Crotone: “La concorrenza fa bene. Giovanni mi ha impressionato, non credevo che potesse fare il trequartista. Mancini è più statico, Foresta si inserisce alle spalle, penso che il mister lo riproporrà con quel modulo”.
In più c’è Da Silva che ha incantato contro il Taranto, fornendo due assist ai compagni. Qui Musacci, ex rossoazzurro come il brasiliano, non le manda a dire: “Da Silva è un grande giocatore, ha tecnica e un ottimo tiro. Il Catania ci ha dato un grande giocatore, sarebbe interessante chiedere a Lo Monaco perché lo ha ceduto”.
Musacci

Musacci ci prova su calcio piazzato

Taranto-Paganese è stata rinviata dopo l’aggressione alla squadra pugliese, l’ennesima purtroppo ai danni di una squadra di Lega Pro. “Le aggressioni nel calcio non dovrebbero mai esistere” commenta con dispiacere Musacci.
Sul rush conclusivo del torneo e la salvezza ancora da raggiungere il capitano giallorosso aggiunge: “La nostra classifica già la vedo con la penalizzazione che dovrebbe arrivare. Ora il Matera ferito da affrontare fa paura. Dovevano vincere il campionato, poi hanno avuto questa involuzione, ma sono sempre forti. Le avversarie? L’Akragas non perde un colpo.  Temevo anche il Taranto, ma dopo quello che ho visto domenica mi fanno paura la voglia dell’Akragas e della Reggina”.

Da Silva

Da Silva accerchiato dai rossazzurri

Grazie al cambio societario il Messina può però contare sulla spinta decisiva: “Adesso con questa società abbiamo un punto di riferimento e sono migliorate anche le strutture” è il parere del centrocampista

Commenta su Facebook

commenti