Modica: “Salvo? Solo una spinta. Emmausso era dolorante. Ragusa si sbloccherà”

EmmaussoIl sorriso di Emmausso, nonostante l'infortunio

Il tecnico del Messina Giacomo Modica ha commentato l’episodio che avrebbe potuto trasformare in beffa una gara condotta con due reti di margine, ovvero l’espulsione di Giuseppe Salvo, apparsa eccessiva anche perché il contatto con l’avversario è apparso davvero tenue: “Onestamente non l’ho vista e non posso parlarne nel dettaglio. Mi fido di lui: mi ha detto che ha dato soltanto una lieve spinta. Purtroppo è stato espulso, il regolamento non si può cambiare e quindi prenderà almeno una giornata di squalifica. Si è ben comportato finora, non gettiamo la croce addosso ad un ragazzo che è dolcissimo ed è il primo dispiaciuto per l’accaduto. Ne parleremo martedì ma fa parte del gioco”. 

Ragusa

Ragusa tenta lo spunto nel concitato finale

Dopo avere raggiunto quota otto reti, dando così continuità al suo straordinario momento iniziato con il gol del derby al Catania e proseguito con la doppietta a Caserta e il timbro nel finale a Torre del Greco, c’è apprensione per le condizioni di Michele Emmausso, che non è stato in grado di proseguire: “Ha subito, spero, una contusione. Ha preso una ginocchiata alla fine del primo tempo e ha chiesto il cambio perché il dolore era diventato insopportabile. Lo valuteremo nei prossimi giorni”.

Nel finale una strepitosa sgroppata di Ragusa, che però dopo avere percorso mezzo campo ha divorato per due volte il possibile gol del 4-2: “Sono dispiaciuto che non abbia segnato ma è sulla buona strada. Già il fatto che abbia proposto quelle due penetrazioni, due incursioni importanti, significa che sta ritrovando se stesso in termini di fiducia. Non mi deve dimostrare nulla, deve soltanto sbloccarsi dal punto di vista realizzativo e poi ripartirà alla grande. Lo stesso discorso vale per Plescia e Luciani, in cui riponiamo grande fiducia. Sono felice di poterli allenare. Ci daranno grandi soddisfazioni”. 

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza

Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33