Milazzo, Alacqua: “Squadra giovane, importante il sostegno dei tifosi”

Alacqua punta a superare Venuto all'ultima curva?

I tre punti colti in casa del Catania San Pio X hanno rigenerato nel morale il Milazzo allenato da Antonio Alacqua. La settimana lavorativa scorre via più veloce e con meno intoppi. Assenti giustificato i soliti Fodale e Velardi alle prese con le cure del caso per ristabilirsi dai rispettivi infortuni. In vista del delicato confronto con il Forza Calcio Messina, i mamertini sosterranno una sgambatura al Ciantro con il San Filippo del Mela, compagine che milita del campionato di Promozione.

Antonio Alacqua

Tutta l’esperienza di Antonio Alacqua

Alla vigilia di un confronto così delicato, il trainer rossoblu cerca di caricare tutto l’ambiente con queste dichiarazioni rilasciate al sito ufficiale del club: “Saremo forse ripetitivi ma una squadra costruita da zero e con la nostra età media non poteva non incontrare delle difficoltà ad inizio stagione. Forse abbiamo raccolto di meno rispetto a quanto meritato e magari anche per qualche responsabilità nostra, ma la vittoria di Mascalucia ci aiuta a guardare avanti con fiducia. Guardare dritto in faccia il nostro obiettivo che è la salvezza. Come tutte le squadre giovani anche la nostra ha amplificato il momento di difficoltà e rischia di amplificare anche le fasi positive”.

I tifosi del Milazzo

I tifosi del Milazzo: Alacqua chiama il pubblico a raccolta

“In tal senso – prosegue Alacqua – diventa fondamentale il sostegno dei nostri tifosi e della gente comune, il sostegno di tutti quelli che hanno a cuore le sorti del Milazzo Calcio. Quest’anno ci sarà da soffrire, ma un conto e farlo tutti insieme, un altro è farlo da soli. Nella gara contro l’Igea Virtus i nostri sostenitori sono stati fantastici. Chiedo loro che quello non rimanga un episodio isolato, sarà determinante la loro voce soprattutto negli scontri diretti come quello di domenica prossima. Chiedo che la gente ci stia più vicina possibile che capisca gli sforzi nostri e della società per mantenere in vita il calcio nella città del Capo. Domenica sarebbe importante non vedere i soliti noti al Marco Salmeri, ma anche chi ci è stato con i barcellonesi. Il Milazzo Calcio è un bene della città ed il senso di appartenenza diventa essenziale nei momenti di difficoltà. La salvezza del Milazzo passerà anche dall’affetto e dalla spinta che riceveremo dai supporters”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti