Mia, Sigillo: “Una vittoria importante contro una concorrente per la salvezza” (VIDEO)

La panchina della Mia Basket

La terza vittoria in campionato della Mia Basket Messina, ottenuta domenica contro la Virtus Trapani, è stata salutata con soddisfazione dall’entuorage bianco azzurro. A fine gara, Massimo Sigillo, coach della formazione peloritana ha voluto commentare la prestazione dei suoi ragazzi, forse una delle migliori offerte finora: “Oggi sono molto contento dei ragazzi, perché nonostante fosse una partita molto importante perché Trapani è una nostra concorrente al passaggio nella seconda fase, quindi prendere punti con loro vuol dire portarsi punti nella fase futura del campionato. Questa poteva essere sicuramente una partita ricca di tensione, invece i ragazzi sono riusciti a tenerla sotto controllo”.

L'allenatore della Mia Basket Massimo Sigillo

L’allenatore della Mia Basket Massimo Sigillo

Oltre al solito Bellomo, si è messo in luce il giovanissimo Cordaro, ottima presenza sotto le plance, con tanti rimbalzi conquistati, ha aiutato tanto la squadra sotto canestro.
“Sicuramente si, su Roberto si sono spese tante parole, ma in questa squadra ci sono dei ragazzi di sicuro valore, fra cui Cordaro, anche in assoluto Marabello, un ragazzo ritrovato alla pallacanestro che l’anno scorso aveva abbandonato, siamo riusciti a convincerlo a tornare sul campo, ed è un ragazzo che ha delle potenzialità non soltanto fisiche ma anche caratteriali che ne fanno un uomo squadra, io dico che l’ago della bilancia di questa squadra sono Marabello e Cucinotta, perché sono due ragazzi molto equilibrati, come persone, per cui la loro risposta in campo è sempre molto significativa nelle partite importanti”.

Tutti bravi, insomma, questa sera abbiamo visto anche Mazzullo, è entrato in campo ha messo quattro punti, si muove bene sotto le plance.
“Si, Alberto è un ragazzo che paga lo scotto di non aver mai praticato il campo, nel senso che negli anni scorsi si è sempre allenato ma non ha mai avuto rivali anche fisici sul campo, per lui è il primo vero anno di pallacanestro, il primo anno in cui lui si sta misurando con il campo, con la pallacanestro giocata e quindi anche caratterialmente sta subendo una metamorfosi in positivo, naturalmente”.

 Ha grandi margini di miglioramento, questo ragazzo?

 “Lui sicuramente. Sicuramente è, se volessimo considerarlo, uno dei gioiellini di questa squadra, tra l’altro Alberto è di proprietà del Savio, questo non va dimenticato. Speriamo che il suo percorso con noi possa essere più lungo possibile, anche perché chiaramente abbiamo tutto il piacere, non soltanto un interesse materiale, a tenerlo con noi perché è chiaramente un ragazzino di belle prospettive”.

La panchina della Mia Basket

La panchina della Mia Basket

Abbiamo visto bene anche Gulletta, un ragazzo molto reattivo, soprattutto in difesa ha dato una grande mano alla squadra.

“Devo dire la verità, in questa squadra ho tre “anziani” che sono dei ragazzi veramente speciali, posso nominare Davide Gulletta che è un ragazzo veramente d’oro, perché è un ragazzo di una pazienza e di un’educazione veramente incredibile. Andrea Minutoli che è diventato l’animatore del gruppo, per quanto paradossalmente sia il più grande della squadra, sicuramente quello che da di più al gruppo in termini di gioiosità, di allegria al gruppo, senza dimenticare l’impegno in allenamento”.

Coach, vogliamo parlare di questo campionato?

“Questo è un campionato abbastanza strano, perché in realtà con questa formula si spacca nettamente in due, perché le prime cinque squadre accederanno alla seconda fase, disputando la poule promozione con le cinque dell’altro girone, le ultime cinque invece giocheranno la poule per non retrocedere, Portiamo dietro i risultati ottenuti con le nostre concorrenti, paradossalmente noi che fino ad oggi eravamo il fanalino di coda, rischieremo, se dovessimo riuscire a piazzare due colpacci, ad arrivare alla seconda fase con 10 punti. Questo potrebbe essere per noi un bel viatico per la salvezza”.

 Anche se con la nuova riforma dei campionati, retrocessioni non ce ne dovrebbero essere…
“Questo si, però io ho sempre vissuto la pallacanestro sul campo, per me l’importante è cercare di salvarsi sul campo, è chiaro che un ripescaggio non fa mai male, però in realtà credo che per esaltare i sacrifici  e l’impegno dei ragazzi, salvarsi sul campo sia qualcosa di più eccitante”.

Il logo della Mia Basket

Il logo della Mia Basket

Fin qui coach Sigillo, allenatore esperto e grande uomo di sport, che alla guida delle formazioni Under 19 e Under 17 della Mia Basket sta comandando i rispettivi gironi. Lunedì si è disputata la gara valevole per la dodicesima giornata del campionato Under 19, la Mia ha ottenuto l’undicesima affermazione consecutiva andando a vincere sul difficile campo dell’FP Sport per 50-43. Cucinotta e compagni si confermano in vetta al girone peloritano a pari merito con l’Orlandina.

Questa l’intervista video realizzata con l’allenatore della Mia Basket Massimo Sigillo:

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva