Il Messina vuole riprendere la marcia contro un Cosenza alla ricerca di punti

Orlando si rialza (foto Gabriele Maricchiolo)

A Cosenza per riprendere una marcia interrotta a causa della sconfitta casalinga con il Foggia. Il Messina che sarà di scena sabato al “San Vito” (si gioca alle ore 15) punta a mettersi subito alle spalle l’immeritato ko con i pugliesi ed a tenere a distanza i silani, freschi di cambio alla guida tecnica, ma terz’ultimi a quota 7. Ed è proprio la maggiore tranquillità in classifica che i giallorossi dovranno cercare di sfruttare contro un avversario invece alla disperata ricerca di punti.

Il tecnico Gianluca Grassadonia osserva la squadra dalla panchina (foto Gabriele Maricchiolo)

Il tecnico Gianluca Grassadonia osserva la squadra dalla panchina (foto Gabriele Maricchiolo)

Senza Enrico Pepe ed Altobello, ancora fermi ai box per infortunio, Grassadonia sarà obbligato a riconfermare il reparto arretrato composto da Benvenga, Stefani, Silvestri e Donnarumma. In mezzo rientra Bucolo dopo la squalifica. Damonte è diventato un punto fermo, mentre Nigro, che ha superato i problemi fisici accentuati dalla ricaduta nel match di Coppa a Salerno, potrebbe avere per precauzione un minutaggio ridotto. L’alternativa è Izzillo, schierato davanti alla difesa domenica scorsa contro i rossoneri.

Vincenzo Pepe verrà chiamato a suggerire per le punte Orlando e Corona. Un Bjelanovic in netta crescita chiede però spazio e si candida a qualcosa in più di una semplice staffetta, dopo essere stato protagonista assoluto anche nella partitella infrasettimanale. Fuori dalla lista dei convocati anche Cane, Bonanno e Gaeta.

Possibile conferma per Izzillo, dal momento che Nigro non ha ancora i 90 minuti nelle gambe (foto Gabriele Maricchiolo)

Possibile conferma per Izzillo, dal momento che Nigro non ha ancora i 90 minuti nelle gambe (foto Gabriele Maricchiolo)

Nonostante il 3-4-3 abbia sortito gli effetti sperati a Lecce, dove Roselli si è presentato con una sconfitta onorevole, per la “prima” al “San Vito” del nuovo allenatore è prevedibile il varo del 4-3-1-2, con Blondett e Magli in difesa dopo un recupero-lampo. Ad agire da trequartista sarà invece Alessandro alle spalle di Calderini e Cori. Se non dovesse arrivare in tempo il transfert per il neo-acquisto Cesca, in panchina si accomoderà Mosciaro, il bomber della D, le cui polveri oggi sono però bagnate.

I due probabili undici e le rispettive panchine:

COSENZA (4-3-1-2): Ravaglia; Blondett, Tedeschi, Magli, Ciancio; Fornito, Caccetta, Corsi; Alessandro; Calderini, Cori. In panchina: Saracco, Sperotto, Zanini, Criaco, Arrigoni, De Angelis, Cesca. Allenatore: Roselli.

MESSINA (4-3-3): Iuliano; Donnarumma, Silvestri, Stefani, Benvenga; Bucolo, Damonte, Izzillo; Corona, Orlando, Pepe V. In panchina: Lagomarsini, De Bode, Marin, Bortoli, Nigro, Bjelanovic, Paez.

Commenta su Facebook

commenti