Il Messina sblocca con Cocuzza e poi spreca tutto. L’ex Bonanno firma l’1-1 su rigore

DezaiDezai non è riuscito ad incidere come nel pre-campionato

La squadra di Venuto fermata sul pari dal Gela. Meglio nella ripresa i giallorossi che segnano con l’attaccante su penalty. Migliorini e Ragosta vicinissimi al raddoppio. Con gli ospiti in dieci la beffa al 92′ sul tiro dagli undici metri, concesso con tanto di espulsione di Bruno. 

Messina

La formazione del Messina

La cronaca – Il Messina va a caccia dei primi punti in campionato dopo le tre sconfitte subite in altrettante gare disputate. Venuto può contare sui nuovi Polito e Rosafio, subito titolari, mentre Maiorano e Ragosta si accomodano in panchina. Maglia numero 10 assegnata a Migliorini, davanti c’è Dezai. Il Gela di Pippo Romano, grande protagonista in giallorosso durante l’era Aliotta dal 1997 al 2002, è reduce da due successi. Messina in campo in maglia gialla, con pantaloncini rossi e calzettoni neri. Prima del via osservato un minuto di silenzio per ricordare il giornalista Filippo Pinizzotto, scomparso ieri per un improvviso malore.

Gela

La formazione del Gela

La gara stenta a decollare. Al 14′ si fa vedere il Gela con Dorato, ma è attento in chiusura Polito. Due minuti più tardi cross di Roccella sul quale colpisce di testa Gallon, indirizzando la sfera sopra la traversa. La squadra di Venuto ci prova al 19′ sugli sviluppi di un corner: traversone da sinistra di Cozzolino e Colombini svetta più in alto di tutti, mandando però alto. Romano perde quindi per infortunio Bruno, rimpiazzato da Chidichimo. Al 34′ Dezai, fin qui assai spento, si gira da centro area e tenta la conclusione, vedendosi respingere il pallone in angolo. Brivido al 43′ sul tiro dai 30 metri di Campanaro, Prisco si tuffa per deviare, ma sbatte contro il palo e deve essere soccorso. Nulla di grave, comunque, per il numero uno. Si va al riposo sullo 0-0.

Prisco

Una respinta di Prisco

Ad inizio ripresa subito un doppio cambio operato da Venuto: Cocuzza e Maiorano rilevano Dezai e Pezzella. Al 18′ clamorosa palla gol proprio per il neo entrato Ragosta che sull’invitante cross da destra di Rosafio colpisce tutto solo, ma spedisce a lato. Il Messina preme con insistenza e trova la chance per sbloccare il risultato al 24′. Rosafio si incunea in area dalla sinistra, prova a scavalcare il portiere e termina giù travolto su atterramento di Brugaletta. Non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Cocuzza che spiazza Biondi e insacca per l’1-0. Festa poi sotto la Curva sud. Rosafio è scatenato e si guadagna una punizione, con tanto di ammonizione per Moi. Ad eseguirla è Migliorini che centra il palo esterno: giallorossi a un soffio dal raddoppio. Girandola di sostituzioni: dentro anche Cassaro e Carini.

Moi

Un rilancio di Moi

Al 40′ il Gela resta in dieci a causa del colpo proibito sferrato da Marinali ai danni di Carini, lungo la linea laterale. Rosso inevitabile. Su punizione Migliorini non impensierisce Biondi. Il Messina ha la partita in mano, ma spreca tutto con Ragosta che calcia in diagonale ma spedisce incredibilmente a lato. L’attaccante pensava probabilmente di essere in offside. Gol sbagliato, gol subìto. Al 46′ va in scena la beffa. Bruno stende da ultimo uomo Gallon, che cercava di liberarsi sotto porta: è penalty per il Gela con conseguente espulsione del difensore giallorosso. L’ex Tommaso Bonanno spiazza Prisco dagli undici metri, confezionando l’1-1. Finisce così e nel modo più incredibile sfuma quella che sarebbe stata la prima vittoria dei peloritani. Il Gela strappa il pari proprio sui titoli di coda di un match amarissimo per la squadra di Venuto.

Bonanno

L’ex messinese Bonanno ha firmato l’1-1 nel finale

Il tabellino. Messina-Gela 1-1
Messina: Prisco, Polito (34′ st Cassaro), Cozzolino, Pezzella (1′ st Maiorano), Bruno, Colombini, Lia (15′ st Ragosta), Bossa, Dezai (1′ st Cocuzza), Migliorini, Rosafio (34′ st Carini). A disp. Meo, Bucca, Bonadio, Lavrendi. All. Antonio Venuto.
Gela: Biondi, Roccella (39′ st De Luca), Brugaletta, Cuomo, Moi, Campanaro (29′ st Bonanno), Bruno (32′ pt Chidichimo), Marinali, Dorato, Alma, Gallon (49′ st Raimondi). A disp. Cascione, Bonaffini, Iannizzotto, Cataldi, Trombino. All. Giuseppe Romano
Arbitro: Alessandro Munerati di Rovigo. Assistenti: Nicola Tinello di Rovigo e Riccardo Tesolin di Portogruar
Marcatori: 24′ st Cocuzza su rigore (M), 47′ st Bonanno su rigore (G)
Espulsi: 40′ st Marinali (G), 46′ st Bruno (M). Ammoniti: 5′ pt Cozzolino (M), 15′ st Migliorini (M), 24′ st Brugaletta (G), 28′ st Moi (G).

Commenta su Facebook

commenti