Messina in pressing su Perna, ma il nodo è l’ingaggio. Como e Cosenza su Orlando

MessinaUna seduta di allenamento del Messina al "Celeste" in una foto d'archivio

Ultimi giorni di mercato e Messina alla ricerca dei puntelli necessari ad una rosa comunque già sostanzialmente rinnovata, per via delle tredici operazioni in entrata già definite nel corso dell’estate. Il tecnico Gianluca Grassadonia ha chiesto un altro rinforzo in difesa. In tal senso prosegue la trattativa con l’esperto Armando Perna. Il 33enne originario di Palermo, l’anno scorso a Padova, ha militato per ben dodici stagioni consecutive in serie B con le maglie di Livorno, Salernitana e Modena, dove è stato titolare inamovibile tra il 2007 ed il 2013. È seguito da varie formazioni cadette e di Lega Pro.

Perna con la maglia del Padova in marcatura su Hernandez del Palermo nello scorso torneo di B

Perna con la maglia del Padova in marcatura su Hernandez del Palermo nello scorso torneo di B

Il nodo, come spesso accade quando si tratta con calciatori di categoria superiore, è legato all’ingaggio. Al momento permane infatti una certa distanza tra la richiesta del suo procuratore, Beppe Accardi, e l’offerta avanzata dal club peloritano. Dopo avere svolto la preparazione con la Rappresentativa dell’Associazione Italiana Calciatori, che riunisce gli atleti ancora senza contratto, Perna ha iniziato ad allenarsi con la Correggese, la formazione vincitrice degli ultimi play-off di serie D. Con lui anche l’ex giallorosso Domenico Franco che, dopo avere rescisso il contratto che lo legava al Chievo Verona (che in estate lo aveva riscattato dal Messina), potrebbe ripartire dal massimo campionato dilettantistico. Per Perna l’opportunità di mantenere la forma migliore in attesa della chiamata giusta.

L'attaccante Luca Orlando in azione con la maglia dell'Aversa Normanna

L’attaccante Luca Orlando in azione con la maglia dell’Aversa Normanna contro il Tuttocuoio

Pista meno calda quella che porta all’attaccante Luca Orlando, l’anno scorso autore di 12 reti con l’Aversa Normanna, dove ha bissato l’ottima esperienza alla Paganese, quando alle dipendenze di Grassadonia siglò ben 16 marcature. I contatti con il Messina si sono rinnovati negli ultimi giorni, ma il 23enne originario di Salerno ha altre offerte dalla Lega Pro e Cosenza e Como si sono mosse fin qui con maggiore decisione. La punta, assistita da Salvo Iodice, lo stesso procuratore dell’ex giallorosso Vittorio Bernardo, potrebbe accordarsi presto con i silani o cambiare nuovamente girone, legandosi ai lombardi e rinnovando la scelta già attuata a gennaio del 2013, quando si accasò al Portogruaro, lasciando momentaneamente il Sud Italia.

Ripresa della preparazione al "Celeste" per il gruppo di Grassadonia

Ripresa della preparazione al “Celeste” per il gruppo affidato alle cure di Gianluca Grassadonia

Orlando si allena ormai da settimane con l’Equipe Salerno ed è quindi già in condizione. Se anche il Messina dovesse decidere di affondare il colpo non potrebbe comunque schierarlo a Barletta, dal momento che l’ex attaccante della Pro Vercelli, con Grassadonia anche nelle giovanili della Salernitana, deve scontare un turno di squalifica (come Corona ed Enrico Pepe, sicuri assenti in Puglia).

Dopo la domenica di riposo, Bucolo e compagni hanno ripreso intanto la preparazione al “Giovanni Celeste”. Segnali incoraggianti sono giunti da Bjelanovic e Vincenzo Pepe, finalmente in gruppo con i compagni, come ha comunicato l’ufficio stampa del club. È ovvio che anche se dovessero far parte dei calciatori abili ed arruolabili per l’esordio stagionale in campionato il loro minutaggio sarà comunque ridotto, dopo alcune settimane travagliate. È il caso soprattutto del bomber croato, la cui stagione è iniziata decisamente in salita dopo l’addio al Varese.

Continua a svolgere lavoro differenziato Enrico Pepe. Impressiona positivamente l’ultimo acquisto, il centrocampista Damonte, che al pari di Stefani ed Izzillo si candida ad una maglia da titolare ed al ruolo di possibile rivelazione. Il brasiliano Temporini sembra vicino all’addio, mentre continua ad essere gettonato sul mercato il nome di De Bode (seguito ora da Savoia e Lucchese). Il venezuelano Paez, altro elemento che si è messo in gran luce, attende il transfert per la definizione del suo tesseramento. Nei prossimi giorni si dovrebbe conoscere infine anche il destino del guineano Camarà, che spera di avere convinto una volta per tutto l’esigente staff tecnico peloritano.

Commenta su Facebook

commenti