Messina-Gela a porte aperte. Pino: “C’è l’ok per l’agibilità a 6.900 posti”

Curva SudI tifosi giallorossi possono finalmente tornare in Curva Sud

L’annuncio più atteso arriva poco dopo le ore 13. Messina-Gela si giocherà a porte aperte. A confermarlo è l’assessore allo sport Sebastiano Pino. A due settimane di distanza dal match con la Nocerina, disputato senza pubblico sugli spalti, la Commissione di Vigilanza prefettizia sui pubblici spettacoli ha dato l’ok al rinnovo dell’agibilità dello stadio “Franco Scoglio” e quindi alla riapertura della struttura ai tifosi giallorossi, confinati sulla collinetta sovrastante lo stadio in occasione dell’esordio stagionale in serie D.

Sebastiano Pino

L’assessore comunale allo sport Sebastiano Pino (foto Vincenzo Nicita Mauro)

L’esponente della Giunta Accorinti ha chiarito inoltre che la capienza sarà limitata a quota 6.900 spettatori, proprio come avveniva tra i professionisti al precedente ACR, gestito da Stracuzzi prima e Proto poi. L’anno scorso la Commissione diede l’assenso all’apertura di 5.100 posti in Curva Sud, un migliaio in Tribuna A e 800 nel settore ospiti: con ogni probabilità una scansione che dovrebbe essere stata confermata anche per l’annata 2017-2018.

Promossi quindi gli sforzi del Comune e del club. Palazzo Zanca aveva affidato alla ditta già intervenuta nel 2005 la risoluzione delle problematiche legate al funzionamento della centralina di rilevazione fumi. Superate anche le criticità legate all’UPS, ovvero il gruppo di continuità: scongiurato quindi il rischio di eventuali black-out nei locali interni. La società presieduta da Pietro Sciotto era invece chiamata a colmare le gravi lacune documentali contestate dall’organo prefettizio, come l’assenza di un piano di sicurezza e dell’elenco dei responsabili chiamati ad affrontare eventuali contrattempi.

Commenta su Facebook

commenti