Messina, atteso il transfer per Inzoudine. Da Cosenza i ‘99 Stranges e Iudicelli

Marco StrangesMarco Stranges in azione con la "Berretti" del Cosenza

Dopo la sosta natalizia, il 2017 del Messina si chiuderà con quattro giorni di intenso lavoro. Archiviate le prime feste, i peloritani svolgeranno al “Celeste” una seduta pomeridiana mercoledì, doppie sedute di allenamento giovedì e venerdì, mentre sabato potrebbe svolgersi un test in famiglia o contro qualche formazione giovanile. Quindi due giornate libere in concomitanza con il Capodanno, prima della settimana tipo che porterà al match casalingo con il Portici di domenica 7 gennaio.

Pierluigi Iudicelli

Pierluigi Iudicelli con la divisa della Berretti del Cosenza

Il mercato invernale ha consentito di ridurre dalle iniziali 30 unità alle attuali 22 la rosa della prima squadra. Presto l’organico assumerà una fisionomia definitiva, con altri tre innesti già programmati. Giacomo Modica ha dato il suo placet al tesseramento del centrocampista Yvan Inzoudine, over classe 1996 cresciuto in patria nei vivai di Lens e Guingamp. Per l’ufficialità si attende soltanto l’arrivo del transfer dalla Francia. Il colored potrebbe essere impiegato anche sulla corsia sinistra, per colmare una lacuna presente in organico fin dall’estate.

Attesi anche due innesti da Cosenza, grazie anche ai trascorsi in Calabria del neo team manager giallorosso Domenico Roma. Il club silano girerà in prestito secco fino a giugno due promettenti ’99, l’attaccante Marco Stranges (seguito anche da Vibonese e Palmese) e il centrocampista Pierluigi Iudicelli, che i rossoblu pescarono nelle scuole calcio di Castrolibero e Pianopoli senza però farli ancora esordire in prima squadra. Il direttore sportivo peloritano Francesco Lamazza ha l’ok del suo omologo calabrese Stefano Trinchera, ma attende il 2 gennaio e l’apertura del mercato professionistico, per la formalizzazione del doppio passaggio.

Ivan Inzoudine

Ivan Inzoudine in azione

La crescita di Stranges e Iudicelli in questi anni è stata seguita da una vecchia conoscenza del calcio messinese, il responsabile del settore giovanile del Cosenza Enzo Patania, sulla panchina del FC nel 2003-04 che si chiuse con la storica promozione in A.

Stranges, che nel 2017 ha sostenuto provini in Austria e Germania, tra Salisburgo e Monaco, è una seconda punta, in grado di agire sugli esterni, rapida e tecnica. È stato condizionato da qualche acciacco fisico, che sembra avere finalmente superato. Iudicelli è invece un centrocampista centrale, dotato di buona coordinazione e tiro. Potrebbe rappresentare una valida alternativa in mezzo al campo, dove Bossa è stato discontinuo.

Innesti che sembrano allontanare definitivamente i tesseramenti degli under Emanuele Gattabria, appena svincolatosi dall’Igea Virtus, e Salvatore Serleti, ex Crotone e Rende. Il Messina vuole completare il reparto under, senza dilatare troppo la profondità dell’organico, evitando possibili doppioni, come è già accaduto in estate. Tra i dodici elementi ceduti nel corso del mercato invernale infatti soltanto quattro-cinque avevano avuto effettivo minutaggio. A gennaio verrà sondato il mercato alla ricerca di eventuali over utili per difesa o attacco ma l’impressione è che non siano previsti (né consigliabili) investimenti ingenti, anche perché il deludente girone d’andata ha comunque spento ogni velleità di promozione diretta.

Commenta su Facebook

commenti