Matinella: “Lavoriamo sul nuovo modulo. Il corso per ds può attendere”

Saluto fra capitani

Da leader qual è, Santo Matinella deve aver sofferto non poco nel non aver potuto dare il proprio contributo nel match contro il Noto, che è valso il primo punto in classifica per il Due Torri nella gara d’esordio in campionato. Alla nostra telefonata, Matinella risponde mentre è dal fisioterapista, segno evidente di volercela mettere tutta per tornare in campo nel più breve tempo possibile: “Ho fatto la TAC lunedì mattina, purtroppo c’è una piccola frattura all’altezza del tallone che mi dovrebbe tenere lontano dal terreno di gioco per altri 15/20 giorni – ha annunciato – fortunatamente non si tratta di qualcosa di particolarmente grave. Ho iniziato la fisioterapia e valuteremo il da farsi con lo staff medico”.

Matinella in azione

Santo Matinella in azione con il Due Torri

L’1-1 nel match d’esordio non ha reso merito ai ragazzi di mister Venuto, autori di una buona prestazione contro un avversario di assoluto valore come il Noto. Ciò che però deve far sorridere i tifosi presenti al Comunale di Gliaca di Piraino è il cuore di una squadra mai rassegnata alla sconfitta, nonostante gli episodi sembrano remare contro, mentre le varianti tattiche rispetto alla passata stagione iniziano a farsi vedere: “Abbiamo disputato un’ottima gara – ha dichiarato Matinella – abbiamo preso gol sull’unica disattenzione difensiva su palla inattiva dopo che avevamo creato già qualche occasione e abbiamo sempre cercato di fare la gara. Stiamo lavorando su un nuovo modulo, il mister sta proponendo questo 3-4-1-2 che ci consente di tenere più la palla, di essere propositivi e questo ovviamente fa crescere la nostra autostima. Non dobbiamo pensare ai due punti persi, anzi, facciamo tesoro sia delle cose buone che degli errori per ottenere i tre punti in trasferta domenica”.

serie D

Matinella con la fascia da capitano al braccio

Il Due Torri terrà a battesimo la ripescata Gelbison che ha riposato nel primo turno, per un match che si preannuncia subito molto duro: “Sarà difficile, è il loro esordio casalingo e faranno di tutto per vincere. Noi però abbiamo le spalle larghe e faremo di tutto per ottenere un risultato positivo e continuare il trend iniziato contro il Noto. Le prime giornate di campionato sono sempre un’incognita, ma quest’anno lo sono ancora di più per l’assenza dei turni di Coppa Italia”.

Punto di riferimento per i tanti giovani nella rosa biancorossa, Matinella pensa già al futuro lontano dal terreno di gioco, un futuro in questo momento abbastanza lontano: “Adesso penso solo a giocare – ha dichiarato – mi sento un calciatore a tutti gli effetti sia psicologicamente che mentalmente. Non è un segreto che un giorno mi piacerebbe intraprendere la carriera di direttore sportivo, è un sogno che ho sempre avuto, quindi credo che sarà questo il mio futuro. Ho già inviato il curriculum ed ero stato anche scelto, però recarmi a Coverciano tre giorni a settimana era troppo penalizzante nei confronti della squadra quindi con il mister abbiamo deciso di rimandare”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com