Il Matera ha cambiato volto con Padalino e il 4-5-1. Ora sogna in grande

Pasquale PadalinoIl tecnico del Matera Pasquale Padalino

Quello che si troverà di fronte sabato pomeriggio il Messina sarà un Matera completamente diverso da quello affrontato nel girone di andata. Ben 17 partite fa alla guida dei biancoazzurri si insediava mister Padalino. Un girone dopo, sembra essere cambiato molto, tutto, sembra essere un Matera diverso. Ora i biancoazzurri si stanno giocando un posto nei playoff e proprio contro il Messina cercano il pass giusto per poter alimentare queste speranze.

Saverio Columella

Il patron Saverio Columella

La società. Da circa 4 anni, dalle parti del XXI Settembre, c’è la grandissima voglia di Saverio Columella, che ha mantenuto subito la promessa di riportare Matera nel calcio che conta. Al secondo tentativo è arrivata la Lega Pro. Ma la passata stagione il massimo dirigente biancoazzurro è veramente andato vicino ad un colpaccio: la Serie B. L’eliminazione ai calci di rigore contro il Como ha interrotto il sogno. Ma Columella ha il merito di aver costruito una grande creatura in questi anni, capace sempre di lottare per il vertice. Non a caso il Matera il peggiore risultato che ha ottenuto da quando Columella è al timone è il terzo posto: in Serie D e lo scorso anno in Lega Pro. Una società giovane e molto ambiziosa che vuole fare calcio a massimi livelli.

Mirko Carretta

Mirko Carretta in azione contro il Catania

Staff tecnico e squadra. Proprio da Messina cominciava l’era di Pasquale Padalino sulla panchina biancoazzurra. Maturò una prima sconfitta, ma ancora il tecnico ex Foggia e Grosseto non era riuscito a trovare il bandolo della matassa. Certo le prime partite di Padalino non sono certo andate per il verso giusto. Ma dalla vittoria di Catanzaro la stagione del Matera ha cominciato a prendere un’altra dimensione. Complice anche il passaggio prima al 3-5-2 e poi al 4-5-1, vestito perfetto per i biancazzurri che in questo momento riescono a sfruttare al meglio le proprie qualità. La difesa a quattro è guidata dalla coppia IngrossoPiccinni con TomiDi Lorenzo terzini. In porta ovviamente c’è sempre Bifulco. In mezzo al campo intoccabile De Rose davanti la difesa, con Armellino e Iannini nel ruolo di due interni. Sulle fasce da una parte Carretta dall’altra Casoli, pronti a sostenere Infantino unica punta.

Iannini

Iannini, uno dei punti di forza del Matera, sarà assente per squalifica

Il Mercato Invernale. È stato avaro di emozioni. Si è mosso veramente poco, pochissimo in casa biancoazzurra. Anche perché le rescissioni erano arrivate in autunno, con gli addii del portiere Russo e della punta Kurtisi. Prima di Capodanno ha lasciato la maglia biancoazzurra anche Regolanti. Il ds Fernandez, insieme al patron Columella, ha operato due acquisti di lusso: sono arrivati Infantino in avanti e Casoli in mezzo al campo, anche se quest’ultimo viene proposto nel ruolo di esterno offensivo. La sorpresa forse è rappresentata dall’addio, nell’ultimo giorno di mercato, di Letizia: una cessione lampo. Il giocatore è andato alla Reggiana, ma non è stato sostituito.

Giacomo Casoli

Casoli è uno dei due colpi invernali del presidente Columella

Il Modulo. Con il 4-5-1 il Matera di Padalino ha trovato la giusta quadratura. Sembra che i giocatori siano stati messi nella giusta posizione per poter rendere al massimo. Si era partiti con il 3-4-3, poi il 3-5-2: ma proprio con il passaggio alla difesa a quattro ed al centrocampo a cinque, il Matera ha cominciato a svoltare. La probabile formazione titolareBifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni, Tomi; Rolando, D’Angelo, De Rose, Casoli, Gammone; Infantino. Squalificati: Carretta, Armellino, Iannini.

Presentazione a cura di Roberto Chito, responsabile del portale TuttoMatera.com. Come ogni settimana un collega ci presenta l’avversario del Messina.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com