Mastrandrea va di corsa! Apre oggi la camera di consiglio, sentenze nel week-end

FigcLa sede della Figc

Giovedì l’udienza fiume su Teramo e Savona è stata interrotta alle 23:15. Con la controreplica del Sostituto Procuratore Federale Gioacchino Tornatore, si è chiusa poi alle 13 di venerdì a Roma, dinanzi alla Corte Federale di Appello presieduta da Gerardo Mastrandrea, l’udienza relativa al procedimento sulla presunta combine della gara. Subito dopo la pausa pranzo ha preso il via il dibattimento sul filone “Dirty Soccer”.

Gerardo Mastrandrea

Il presidente della Corte Federale d’Appello Gerardo Mastrandrea

Decine gli interventi programmati con l’analisi della sfida tra Vigor Lamezia e Paganese (due club al centro del reclamo del Messina) che è iniziata soltanto dopo la trattazione delle posizioni di Forlì, Gubbio e Torres. Soltanto a questo punto l’ACR, rappresentato da ben cinque avvocati – i bolognesi Fabrizio DucaFederico Menichini e Lorenzo Maestrini ed i messinesi Giovanni Villari ed Alberto Leo – avrà modo di fare sentire la sua voce.

La novità più rilevante arriva però dall’ufficio stampa della Figc, che ci ha confermato l’intenzione di Mastandrea di affrettare i tempi. Più volte, di fronte all’inevitabile ostruzionismo degli avvocati, il presidente ha sollecitato la chiusura degli interventi in scaletta. D’altronde è lui stesso a decidere chi abbia facoltà o meno di parola. L’organo di secondo grado, chiamato a rivalutare le pronunce del Tribunale Federale Nazionale presieduto da Sergio Artico, intende chiudere in giornata le udienze ed aprire subito, prima dell’inevitabile rinvio, la camera di consiglio.

Il presidente della Figc Carlo Tavecchio vuole le sentenze prima del Consiglio Federale di lunedì

Il presidente della Figc Carlo Tavecchio vuole le sentenze prima del Consiglio Federale di lunedì

La pubblicazione dei dispositivi sui casi aperti dalle Procure di Catania e Catanzaro potrebbe arrivare già sabato o perfino domenica! Al massimo nella mattinata di lunedì – assicura la Federcalcio. Tutt’altra storia rispetto a quanto avvenuto in primo grado, quando il Ferragosto impose qualche giorno di riflessione (e relax). Un’improvvisa accelerazione sollecitata d’altronde dallo stesso Tavecchio. Le tre sentenze insomma dovranno essere rese pubbliche già prima dell’inizio del Consiglio Federale, programmato proprio per lunedì 31 agosto a Milano. In quella sede verrà definita la composizione dei campionati ed i componenti dovranno già avere preso visione delle pronunce.

Stefano Palazzi

Stefano Palazzi è in ferie. A condurre le danze quindi è il sostituto procuratore Gioacchino Tornatore

Con il caso Catania ormai cristallizzato (balla soltanto qualche punto di una penalizzazione che potrebbe essere ridotta), è il destino di Teramo e Savona a scatenare il dibattito. Il legale degli abruzzesi, il napoletano Chiacchio, cerca l’ennesimo miracolo, ma l’Ascoli non vuole perdere la B ottenuta in primo grado. Nel corso del suo intervento in risposta alle argomentazioni delle difese, Tornatore, ha ribadito la convinzione della Procura Federale del livello probatorio evidenziato per contestare i fatti, in quanto “non esiste né risulta percorribile nelle argomentazioni difensive  una ragionevole alternativa in fase di ricostruzione dei fatti rispetto a quanto prospettato dall’ufficio inquirente”.

Vengono quindi ritenute decisive le intercettazioni prodotte e le dichiarazioni rese in sede istruttoria. “Ciò consente di raggiungere un grado di ragionevole certezza dei fatti contestati” ha concluso Tornatore, per il quale la linea delle difese è stata finalizzata a contrastare singoli aspetti definiti “marginali”. Il Sostituto Procuratore, tra i protagonisti di un processo in cui gli addetti ai lavori stanno apprezzando le sue grandi doti oratorie, per un giorno ha ereditato peraltro i gradi di “capitano”: Stefano Palazzi infatti è in ferie…

Commenta su Facebook

commenti