Manzi: “Contento per l’affetto della Sicilia. Le Olimpiadi un’emozione fantastica”

Elios ManziElios Manzi con il tecnico della Nazionale Italiana

Il campione di Judo Elios Manzi premiato dal Coni a Messina

Il campione di Judo Elios Manzi premiato dal Coni a Messina. Per l'atleta originario di Furci, protagonista alle ultime Olimpiadi e atteso anche a Tokyo 2020, la medaglia di Bronzo al Valore Atletico

Publié par Messina Sportiva sur mercredi 27 décembre 2017

Ha partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016, anno in cui si è classificato terzo ai Campionati Europei a Kazan. Nel 2017 è arrivato secondo all’European Open ed è uscito al secondo turno dal mondiale di Budapest. Ha già vinto due Campionati Italiani Assoluti. Il messinese Elios Manzi ha iniziato a praticare Judo nel suo paese di residenza, Furci Siculo, bruciando ben presto le tappe. Anche la sua terra gli rende omaggio.

Elios Manzi, premiato a Palazzo Zanca

A Palazzo Zanca l’atleta ha ricevuto la medaglia di bronzo nell’ambito delle Onorificenze del Coni: “Sono contento dell’affetto che mi ha dimostrato l’intera Sicilia. Le Olimpiadi sono state un’emozione fantastica, spero di ripetermi a Tokyo 2020. Andarci è stato assolutamente inaspettato, avevo iniziato nel 2016 a disputare delle gare internazionali a livello senior che dovevano essere di approccio per qualificarmi in vista di Tokyo. Invece è andata molto meglio del previsto e sono riuscito a qualificarmi. Stiamo lavorando bene, sia nel mio club delle Fiamme Gialle che in Nazionale. C’è un bel progetto e sono consapevole di poter continuare a crescere ancora di più”.

Elios Manzi

Elios Manzi in azione a Rio

“Mi alleno a Ostia – spiega Manzi – nella caserma della Guardia di Finanza. Serve una base solida di tipo economico per fare sport a livello professionistico. Il legame con la Sicilia è comunque fortissimo, nel tempo libero torno sempre nella mia palestra d’origine, l’Airon Judo 90 del maestro Corrado Bongiorno. Il judo ti forma, crea una base mentale e fisica come pochi altri sport”.

Nel mirino c’è soprattutto Tokyo 2020, ma prima diversi appuntamenti di rilievo lo attendono: “Ci saranno tantissime tappe. Ad aprile gli Europei in Israele, a maggio inizierà il periodo di qualificazione olimpica, a settembre ci saranno i Mondiali a Baku. Spero di partecipare a questi tornei importanti”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com