Madonia: “Orgogliosi di quanto fatto. Adesso pensiamo ai playoff e alla Final Eight”

Vincenzo Madonia in azione
Vincenzo Madonia in azione

Vincenzo Madonia in azione

Il suo gol non è bastato al Città di Villafranca per avere la meglio sull’Atletico Belvedere nello scontro al vertice del girone F di Serie B. Vincenzo Madonia, a segno in avvio di ripresa per l’1-3, con una pregevole marcatura, aveva dato il la alla possibile rimonta contro i calabresi. Il rimpianto è per le tante occasioni fallite dai biancoverdi, nel corso di un secondo tempo letteralmente dominato. Resta, comunque, la consapevolezza di aver disputato una stagione indimenticabile che può ancora regalare emozioni.

“Purtroppo il mio gol non è servito – ha detto al termine della partita l’universale nativo di Palermo – ma abbiamo affrontato una grande squadra, composta da tanti giocatori d’esperienza e candidata numero uno sin dall’estate per vincere il campionato. Siamo però orgogliosi di quello che abbiamo fatto. Ci siamo presentati a questa partita, a tre turni dal termine, in corsa per la promozione. E’ andata male, ma ora pensiamo a chiudere il torneo in bellezza e poi ci concentreremo sui playoff. Inoltre dall’11 aprile avremo l’appuntamento con la Final Eight di Coppa Italia a Policoro”.

La grande cornice di pubblico offerta dal Palasport “Salvatore Cavallaro” è la straordinaria cartolina che il Città di Villafranca si porta dietro dal match di sabato. Ad un certo punto della gara, dopo aver siglato il gol della speranza, Madonia ha provato a caricare l’ambiente. “Per noi è stato un grande risultato portare così tanti spettatori al palazzetto. Purtroppo non è bastato, ma speriamo ci possa essere un seguito anche nelle prossime partite, perchè vogliamo continuare a far sognare Villafranca. Contro l’Atletico Belvedere c’è stata sfortuna. Faccio loro i complimenti, ma andremo avanti per la nostra strada, con la consapevolezza che giocheremo playoff e Final Eight di Coppa Italia a testa alta”.

Sul dubbio rigore concesso agli ospiti, valso il 2-0, Madonia puntualizza: “Come sbagliamo noi possono sbagliare anche i direttori di gara. Il rigore a mio avviso non c’era, ma se avessimo concretizzato il 30 o 40% delle occasioni create non staremmo qui a parlare dell’arbitro”.

L’intervista video con Vincenzo Madonia del Città di Villafranca:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com