Lucarelli: “Nello staff anche un match analysis. Protti mi ha chiesto di non fare danni”

Messina-ViboneseLe indicazioni di Lucarelli

Contratto fino a giugno, poi si vedrà, anche in base al campionato del Messina. Cristiano Lucarelli, nel corso della conferenza stampa post Vibonese, ha svelato anche gli aspetti legati all’accordo con la società del presidente Stracuzzi: “Ho firmato fino a giugno per mia scelta, nonostante ci fosse la possibilità di un contratto più lungo, perché ero in cerca della situazione che potesse darmi adrenalina. Mi piace mettermi in discussione e se ci saranno i presupposti giusti, attraverso i risultati, non ci saranno problemi più avanti ad allungare il contratto. C’è l’impegno reciproco con il presidente del quale non volevo approfittarmi. Vorrei inoltre ricordare che i miei esoneri non sono stati mai legati ai risultati, ma al fatto che non mi sono mai fatto mettere i piedi in testa da nessuno”.

Pozzebon tra due avversari (foto Denaro)

Pozzebon tra due avversari (foto Denaro)

Con lui i collaboratori Richard Vanigli e Alessandro Conticchio: il primo si occuperà in particolar modo del reparto arretrato, l’altro del centrocampo: “Questo metodo esiste già in categorie superiori, non facciamo nulla di nuovo. Richard Vanigli ha sempre giocato da difensore, Alessandro Conticchio da centrocampista. In tre mettiamo insieme circa 1.500 presenze tra A e B. Vanigli è ricordato come quello che ha fatto infortunare Totti, mentre Conticchio per l’incidente di Ferrara…” ha poi detto sorridendo il nuovo mister giallorosso.

I tifosi della curva

I tifosi della curva (foto Denaro)

“Da ciascun allenatore ho cercato di prendere il meglio, non dico dunque di ispirarmi a questo o quello in particolare. Per quanto sia stata formativa la scuola di Coverciano – prosegue Lucarelli – dal punto di vista pratico mi serve gente che abbia ricoperto in maniera specifica certi ruoli sul campo. Siamo dei perfezionisti e nel mio staff ho preteso che ci fossero loro due. Ho però molto rispetto di chi lavora ed il preparatore dei portieri e il preparatore atletico sono stati confermati. Mando un saluto a Marra, so che è stato un calciatore che ha scritto pagine importanti nella storia del Messina e merita tutto il mio rispetto. E’ più esperto di me come tecnico e sa come funziona nel calcio. Spero apprezzi che abbia scelto di lavorare con due suoi collaboratori”.

Una sfida aerea (foto Denaro)

Una sfida aerea (foto Denaro)

Igor Protti nelle vesti di direttore sportivo del Messina? Lucarelli spende parole al miele per l’ex gemello del gol, ma esclude un suo arrivo a breve: “Protti non è stato né un semplice amico né un compagno e mi ha costantemente parlato di questa piazza verso la quale ho sempre nutrito grande simpatia. Igor sta per ora svolgendo a Livorno un altro lavoro, dunque preoccupiamoci di quest’anno. Ci sentiamo quasi tutti i giorni a prescindere dal Messina e scherzando mi ha detto di non fare non danni per non bruciare quello che lui ha costruito qui in passato”.

Con Vanigli e Conticchio, ricorda Lucarelli “c’è anche il match analysis Marco Mannucci che curerà da casa tutti i dati e le statistiche della nostra squadra, oltre ai filmati delle avversarie che andremo di volta in volta ad affrontare. Non sarà qui, ma farà parte integrante del nostro staff”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva