L’Orlandina prolunga il sogno. Soragna: “Che squadra! Finale dedicata a Basile e al Poz”

Gioco, partita, incontro. L’Upea Orlandina approda in finale playoff per la serie A e la data del 24 maggio 2014 entra di diritto negli annali della società biancoazzurra. La formazione della città del Capo dopo Barcellona ai quarti di finale rifila il secondo 3-1 della sua post season anche alla Tezenis Verona, a cui non è bastato l’appoggio dei soliti quattromila tifosi e che non è riuscita a replicare la prestazione di carattere messa in piedi giovedì sera. Grandi meriti all’Upea che viola col punteggio di 55-73 un campo tabù come quello del PalaOlimpia (solo sconfitte inanellate tra la scorsa stagione e quella attuale, fino a stasera) nella serata più difficile perché dopo le polemiche per l’arbitraggio di gara tre è costretta a fare a meno del proprio allenatore Gianmarco Pozzecco, squalificato dal Giudie Sportivo e che ha seguito il match dietro la  panchina insieme al presidente Sindoni, con la squadra diretta in campo dagli assistenti Giuseppe Foti e David Sussi mentre tra i giocatori non è stato utilizzato Basile che è andato a referto ma non è sceso in campo.

Archie e Portannese in difesa

Archie e Portannese in difesa

Tripudio finale per l’Orlandina al termine di un secondo tempo dominato dai paladini, condotto anche con venti punti di vantaggio, e che ha scandito l’ascesa della squadra peloritana, culminata con l’abbraccio a fine gara tra tutti gli alfieri bianco azzurri, protagonisti di una stagione sensazionale che da ancora da domenica prossima potrà regalare la pagina più bella.
Negli istanti immediatamente successivi alla sirena finale il primo a congratularsi coi paladini è il tecnico della Leonessa Brescia, squadra finalista dello scorso torneo, Alberto Martelossi che commenta il successo orlandino: “Abbiamo assistito ad una grande prestazione corale, questo è un campionato molto difficile che richiede di essere continui per tutto l’anno, cosa non semplice. Ad esempio oggi Torino è la squadra più in forma dopo i problemi fisici che ha avuto ma l’Orlandina è il team che da inizio anno ha sempre mantenuto alti i suoi standard di rendimento. Verona ha subito e l’Upea si merita la finale e forse anche qualcosa in più”.
Tra i giocatori il primo a parlare è il capitano Matteo Soragna che loda l’applicazione difensiva messa in pratica dalla squadra nella giornata più importante: “Siamo tutti molto contenti per aver disputato una partita molto solida, abbiamo difeso forte per tutti i quaranta minuti da squadra vera, anche attraverso le difficoltà pur senza Basile e siamo rimasti uniti. Il Poz ci ha detto scherzando che non abbiamo bisogno di lui ma gli dedichiamo questa vittoria. Per noi è troppo importante perché è un motivatore ed un amico della squadra. Se lo merita, siamo contenti”.  

Il capitano Matteo Soragna ha dedicato il successo a Pozzecco e Basile

Il capitano Matteo Soragna ha dedicato il successo a Pozzecco e Basile

In sala stampa il tecnico Gianmarco Pozzecco fatica a trattenere la propria soddisfazione al termine di una gara vissuta ai margini del campo a seguito della squalifica: “Gioco a basket da quando ho 4 anni, penso di non aver avuto neanche lontanamente un senso di gratitudine come oggi. Quello che hanno fatto per me questi ragazzi non lo dimenticherò mai, e Peppe e David poi sono stati clamorosi”.

Parola all’assistente Giuseppe Foti che come in gara tre ha diretto la squadra dalla panchina, ottenendo una meritata rtibalta nazionale: “Difficile non essere scontato in momenti come questo, ma devo ringraziare Gianmarco, David e la mia famiglia che mi ha permesso di essere qui oggi. Se vogliamo analizzare la gara possiamo solo parlare del cuore di questi ragazzi. Hanno dimostrato a tutti che amano questo sport più di ogni altra cosa. Non contano i soldi, conta solo il cuore e loro ne hanno da vendere”.

Infine la disamina di David Sussi che completa uno staff tecnico di grande livello per l’Upea: “Complimenti a Verona che ha disputato un campionato di altissimo livello. Complimenti anche a Capo d’Orlando città e società, al direttore sportivo Peppe Sindoni che ci ha spinto a prendere nel corso della stagione Rodolfo Valenti. Un ragazzo di 34 anni che in questa serie è stato determinante. Umile e utile nello stesso tempo”.

Infine spazio allo sconfitto Alessandro Ramagli coach della Tezenis: “Adesso è solo tempo di riconoscere i grandi meriti ai nostri avversari, in bocca al lupo a loro che hanno di fronte un impegno durissimo perché i valori di questo campionato si sono dimostrati altissimi”.

David Sussi e Gianmarco Pozzecco (Upea Orlandina)

David Sussi e Gianmarco Pozzecco (Upea Orlandina)

Questo il video con il commento a fine gara del capitano Matteo Soragna sull’approdo in finale promozione:

Questo il video con la conferenza stampa post partita dell’allenatore dell’Upea Orlandina Gianmarco Pozzecco e degli assistenti Giuseppe Foti e David Sussi:

Commenta su Facebook

commenti