L’Orlandina s’aggiudica il Trofeo Sant’Ambrogio. Superata in una finale combattuta la Viola Reggio Calabria

L’Upea Orlandina conquista con merito il 42° Trofeo Sant’Ambrogio battendo i padroni di casa della Viola Reggio Calabria in finale col punteggio di 81-76. La squadra di coach Giulio Griccioli, alla quarta vittoria del prorpio precampionato, ha fatto valere la differenza di categoria, nonostante i nero arancio abbiamo dato l’ennesima dimostrazione di solidità e compattezza in questo precampionato. Oltre al riconoscimento di vincitori la sensazione che il gruppo paladino sia sulla strada giusta in attesa del completo recupero di tutto il gruppo. Oggi infatti era ancora assente il capitano Matteo Soragna che però ha seguito i compagni nella trasferta reggina.

Dario Hunt (Orlandina) schiaccia a canestro

Dario Hunt (Orlandina) vola a canestro

La partita vede Dario Hunt rompere subito gli indugi andando a realizzare prima in gancio e poi intercettando una palla a centrocampo e volando a schiacciare. Con Flynn da sotto l’Upea va avanti 6-0, ma subisce il controbreak dei padroni di casa spinti da 2 triple di Rezzano (6-10 dopo 5’).
Reazione dell’Orlandina: il ferro respinge il tiro di Austin Freeman che però conquista il rimbalzo e va a realizzare in layup, Pecile va a segno con un jump dalla lunetta e Bianconi ne mette cinque di fila (gancio, più una bomba). Sulla sirena di fine primo quarto arriva il canestro dai 6.75 di Flynn che da il vantaggio a Capo d’Orlando (19-18).

La seconda frazione si apre con un appoggio da sotto di Sandro Nicevic, ma la Viola è aggressiva e con un Rush in grande spolvero tenta l’allungo (23-30 al 13esimo). Hunt schiaccia in correzione a rimbalzo su un tiro di Freeman, l’ultimo arrivato Burgess serve Freeman dall’arco per la tripla che va a buon fine e poi realizza dalla media per la parità a 30. Jonny Flynn intuisce che è il momento buono per colpire e mette due triple di fila, Hunt subisce fallo antisportivo da Spera, fa 2/2 in lunetta e va ricevere l’alley oop di Flynn nel possesso derivato (40-33 al 16esimo). Ottima la serata di Bianconi a segno da sotto, Flynn si butta dentro appena può e l’Upea allunga (46-36 al 18esimo). La ditta Flynn-Hunt sforna ancora assist e punti (10 punti nel solo secondo quarto per il play e 8 per il centro) e si va all’intervallo sul 48-42.

Al rientro sul parquet i padroni di casa ricuciono lo strappo con Ammannato e Deloach dall’arco, ma Gianluca Basile colpisce dalla lunga distanza, Jonny Flynn è inafferrabile e dopo 25 l’Orlandina conduce 53-52. Pecile va a segno dopo una rubata, Nicevic duetta con Freeman e appoggia al tabellone dando un po’ di respiro ai biancazzurri (59-54 al 28esimo). Esce fuori l’esperienza e il talento dei paladini, strepitosa la tripla con fallo subito di Andrea Pecile (gioco da 4 punti concretizzato) e il canestro dalla lunga distanza di Gianluca Basile, e l’Orlandina chiude il terzo periodo sul +11 (68-59).

Freeman al tiro

Freeman al tiro

Nei primi cinque minuti dell’ultima frazione si registra il tentativo di rimonta dei calabresi, grazie a un rimbalzo e a un canestro di pura potenza di Hunt la squadra di coach Griccioli è avanti 70-65. Nel finale la Viola spaventa i siciliani, ma con esperienza e cuore l’Orlandina porta a casa il trofeo (81-76 il finale). Per la formazione del patron Enzo Sindoni si tratta del terzo successo nelle ultime quattro edizioni, un ottimo viatico in vista dell’inizio della nuova stagione. Nell’albo d’oro da sottolineare il terzo posto di Trapani vittoriosa nella finalina di consolazione su Agrigento.
Questo il commento nell’immediato dopo gara di un positivo Andrea Pecile, autore di 11 punti: “E’ chiaro che si trattava solo di una partita d’allenamento e per larghi tratti abbiamo messo l’intensità giusta. Dobbiamo aumentare il nostro livello d’intensità per quaranta minuti per essere pronti in vista dell’esordio del campionato. Adesso lavoriamo ed andremo a disputare due amichevoli toste contro altrettanti team di massima serie, cercheremo di mettere altra benzina nel serbatoio. L’importante è sfruttare ogni occasione per arrivare pronti e fare tanti passi in avanti per poter dire la nostra”. 

Upea Capo d’Orlando – Viola Reggio Calabria 81-76

Parziali: 19-18; 48-42; 68-59

Upea Capo d’Orlando: Archie 1, Freeman 5, Hunt 14, Basile 6, Flynn 23, Marisi ne, Nicevic 6, Pecile 11, Karavdic ne, Burgess 6, Bianconi 9. All. Griccioli.

Viola Reggio Calabria: Deloach 16, Rush 13, Ammannato 13, Spera 4, Casini 5, Lupusor 6, De Meo 3 , Rezzano 16. All. Benedetto.

L'Orlandina in attacco

L’Orlandina in attacco

Questo il video con le migliori azioni della finale del Trofeo Sant’Ambrogio:

Commenta su Facebook

commenti